Netflix

Dopo l’annuale strage di giugno, nuove serie tv sono state eliminate anche a fine ottobre. Inaspettatamente, i visi di ulteriori personaggi abbonderanno il piccolo schermo e Netflix, sconvolgendo i fans che non hanno preso molto bene la notizia.

Oramai siamo abituati: in vista dell’estate tutte le mittenti televisive fanno una cernita delle serie tv e come sempre, le più forti resistono e le più deboli vengono cancellate senza una seconda chance. Nel corso di quest’anno, su Netflix non erano state rinnovate: Unbreakable Kimmy Schmidt che smette di essere prodotta dopo la quarta stagione; Seven Seconds; Master of None; Arrested Development; Freakish; Defenders; Disjointed; ShadowHunters e Lady Dynamite.

Questa serie di titoli aveva già lasciato dell’amaro in bocca agli utenti, ma le nuove eliminazioni sono ancora più sconcertanti.

Netflix elimina altre serie tv molto amate

Il servizio di streaming online ha deciso di mettere un punto alle storie narrate in altre serie tv. Tra i titoli che tra poco vi elencheremo sono presenti anche dei telefilm molto amati e che hanno riscosso molto successo in precedenza… sembra però che, per la casa produttrice, questo non sia stato un elemento decisivo.

Leggi anche:  Netflix, tra serie tv cancellate e nuovi abbonamenti, ecco le novità di Dicembre 2018

A partire dall’anno prossimo, i fans non potranno conoscere più la sorte dei protagonisti di: The Good Cop, Luke Cage, Iron Fist, All About the Washingtons  e Orange is the New Black. L’ultimo titolo, in particolare, ha sconvolto un po’ tutti visto l’hype che ha sempre riscosso. A tal proposito, vi riportiamo le parole di Cindy Holland che ha detto:

«Mentre si realizzava la prima stagione di OITNB, tutti quelli coinvolti si sentivano come se stessero custodendo un segreto speciale che non vedevano l’ora di condividere con il mondo. Da allora, abbiamo riso, pianto e ci siamo arrabbiati insieme alle donne del Litchfield e ogni momento speso con loro è sembrato tempo preso in prestito. Troppo bello per durare per sempre. Saremo tristi di dire addio a tutto questo, ma saremo sicuramente pronti a chiudere in bellezza».