Galaxy F, lo smartphone pieghevole di Samsung

Samsung Galaxy F, il primo smartphone pieghevole del marchio dovrebbe essere presentato ufficialmente a gennaio mentre la vendita inizierebbe in primavera a tirature limitate. Indiscrezioni commentate per la prima volta da DJ Koh, numero uno di Samsung, che ha affermato come lo smartphone sarà prodotto in almeno 1 milione di unità.

Una dichiarazione importante che il capo mobile della divisione mobile di Samsung ha chiuso sottolineando che l’azienda, se riceverà una buona risposta da parte del mercato, produrrà altre unità del suo smartphone pieghevole. Koh specifica anche che questo form factor pieghevole non sostituirà quello utilizzato nella maggior parte degli smartphone.

 

Samsung Galaxy F, si comincerà con un 1 milione di smartphone pieghevoli

L’esecutivo ha detto che il lavoro svolto dalla sua azienda nello sviluppo dello smartphone pieghevole porterà certamente a modelli futuri con display flessibili. Allo stesso tempo Samsung ha ammesso che non sarà la prima azienda a proporre sul mercato un telefono pieghevole, poiché il primo posto è toccato a Royole FlexPai.

Leggi anche:  OPPO sorprenderà l'Europa nel 2019: smartphone pieghevole e dispositivo 5G

L’azienda ha presentato il 31 ottobre un dispositivo capace di trasformarsi da uno smartphone con schermo da 4 pollici a un piccolo tablet da 7.8 pollici di diagonale e specifiche high-end. Il tutto offerto ad un prezzo di 1290, 1435 e 1865 dollari a seconda del modello scelto.

Finora questo telefono è disponibile per i pre-ordini solo in Cina e inizierà ad essere spedito il mese prossimo. Ma Samsung non intendeva elogiare Royole FlexPai ma specificare che rispetto a quest’ultimo è stato fatto un lavoro decisamente più meticolosa. Samsung ha lavorato a stretto contatto con Google per rivedere totalmente l’interfaccia utente.

Galaxy F offrirà infatti una versione speciale di Android, appositamente pensata per l’esperienza ibrida. DJ Koh ha incontrato il CEO di Google Sundar Pichai due mesi fa e organizzato una task force per creare un’esperienza ottimale prima del lancio. In più, rispetto a Royole FlexPai, ci saranno differenze importanti anche sulla batteria e il peso.