Vodafone

Arriva una novità nella telefonia: in seguito alla delibera 347/18/CONS di AGCOM approvata circa l’estate scorsa giungono gli indennizzi automatici. Cosa sono? Per chi sono? Come si ottengono?

Ebbene, una novità che forse i clienti prenderanno con grande gioia, ma che operatori come Vodafone preferirebbero evitare. Attraverso questa nuova delibera si assicurano ai clienti degli indennizzi in caso di aspettative troppo lunghe, sospensione della prestazione fissa o mobile e così via.

Vodafone ha deciso di creare un vero e proprio comunicato che noi vi riportiamo. Nel caso siate interessati, il testo può essere trovato nella sezione “Vodafone Informa” sul sito ufficiale.

“Secondo quanto previsto dalla Delibera 347/18/CONS, Vodafone informa i clienti che:

1. in caso di ritardo nella attivazione del servizio e nel trasloco dell’utenza, imputabili a Vodafone;
2. di sospensione o cessazione amministrativa di uno o più servizi mobili, fissi o di accesso ad internet da postazione fissa o Vodafone TV, in mancanza dei presupposti ovvero in assenza del previsto preavviso,
Vodafone corrisponderà un indennizzo automatico, previa segnalazione del cliente, in fattura o sul credito telefonico, pari a:

  • 7,50 al giorno per ogni giorno di ritardo o sospensione o cessazione amministrativa di uno a più servizi;
  • 2,5 euro, fino a un massimo di euro 300, per ciascun servizio accessorio;
  • 1 euro, fino ad un massimo di 100, per ciascun servizio gratuito.”
Leggi anche:  Call center commerciali: Garante stabilisce il prefisso 0844 "anti disturbatori"

Per tutti i casi che riguardano il servizio Internet su banda ultra-larga, gli indennizzi ottengono un aumento di un terzo. Raddoppiano, invece, nei casi di disservizi su utenze business che sono oggetto di contratto per adesione.
Tutti gli altri casi e indennizzi possono essere consultati e richiesti attraverso le modalità prescritte nella Carta del Cliente.