5G a Milano con Vodafone

Vodafone nella sperimentazione della connessione 5G a Milano e nelle aree limitrofe è molto avanti, tanto che il suo obiettivo dichiarato è coprire l’80% della popolazione entro dicembre 2018.

I partner industriali e istituzionali coinvolti nella sperimentazione sono 38, e appartengono a tutti i settori dell’industria e dei servizi. Metà del lavoro è svolto dal Politecnico di Milano, designato partner strategico della sperimentazione. Collaborano altresì al progetto:

  • due centri di ricerca e università italiane;
  • importanti partner tecnologici come Huawei, Nokia, IBM e Qualcomm;
  • leader di settore manufatturiero ed energetico;
  • due ospedali italiani;
  • eccellenti startup e piccole imprese innovative.

Grande sostegno proviene naturalmente dalle istituzioni locali, con in primo piano la Regione Lombardia e le principali realtà aziendali del capoluogo milanese.

Connessione 5G a Milano: le 12 novità presentate da Vodafone

La tecnologia messa in campo da Vodafone per sviluppare la nuova rete riguarda alcune applicazioni basate su:

  • la rete 5G di Vodafone conforme allo standard 3GPP.
  • 4 antenne 5G New Radio delle 50 accese finora da Vodafone a Milano.
  • funzionalità di edge cloud su piattaforma Multi-access Edge Computing, che sfrutta il punto della rete più vicino al dispositivo connesso per l’erogazione del servizio e l’elaborazione dei dati, garantendo migliori performance in termini di latenza.
  • una trasmissione dei dati in 5G end to end, ovvero fino ai terminali o ai dispositivi connessi, in modo da verificare la performance della nuova tecnologia nel modo più accurato possibile.
  • oltre 15 terminali 5G contemporaneamente connessi durante le dimostrazioni.
Leggi anche:  5G: prezzi allucinanti per le nuove offerte di Iliad, 3 Italia, Wind, TIM e Vodafone

Il Vodafone 5G Experience Day è stato inoltre l’occasione per un brainstorming assieme alle startup migliori, le PMI e imprese sociali, che hanno manifestato interesse nel bando “Action for 5G” promosso proprio dall’operatore. C’è bisogno di menti fresche e affilate, che vogliono contribuire con le loro idee innovative allo sviluppo del 5G in Italia.

La raccolta delle candidature per la seconda edizione di “Action for 5G” è aperta fino al 31 gennaio 2019 attraverso il sito dedicato.