Unicredit, SanPaolo e BNL

Bonifici bloccati ed email di avviso: sono questi gli ultimi aggiornamenti che i clienti di Unicredit, BNL e Intesa SanPaolo stanno ricevendo. Purtroppo per loro, però, i soldi promessi non esistono ed è solo un nuovo tentativo di truffare della povera gente.

Ad indagare e spargere la voce a proposito di questa nuova truffa è stata proprio la Polizia Postale, la quale ha condiviso una foto prova di tale tentativo di phishing. In questo caso, l’email è stata inviata da una falsa Unicredit, ma diverse segnalazioni le hanno confermate anche sotto nome di Intesa e BNL.

Il testo di tale avviso riporta: “Gentile cliente, Abbiamo ricevuto una segnalazione di accredito di Euro 982,77 da UFFICIO 47″ e continua con “l’accredito è stato bloccato -guarda caso, potremmo aggiungere- a causa di una incongruenza con i suoi dati” ed altro ancora. A seguito di questo primo avviso, i destinatari di tale email vengono spronati a cliccare il link che segue per aggiornare i dati e ricevere l’accredito entro 48 ore.

Leggi anche:  Phishing a nome di Aruba: la Polizia Postale indaga sulle email sospette

Ovviamente non mancano i finti messaggi “attenzione” e “importante” per rendere ancora più realistica questa mail. Come avrete capito è un chiaro tentativo di phishing e sebbene ad oggi, Unicredit, BNL e Intesa SanPaolo siano tutelate da ottimi sistemi di sicurezza, nulla è sempre scongiurato.

Ciò che vi possiamo consigliare è di non aprire mai i link in maniera precipitosa, ma bensì solo dopo aver letto ed esaminato per bene tutta l’email e anche il mittente di queste. Ma attenzione, se l’oggetto delle email è una verifica dei dati o richiede il log in, cestinatela subito poichè è phishing. Le banche non richiedono mai questi accertamenti via email.