4G

L’odierno standard per le connessioni mobili porta con sé un grande vantaggio ed un orribile problema: il primo è la velocità di connessione, il secondo è una falla.

Ebbene, tutti i clienti di TIM, Wind, Tre, Iliad e Vodafone sono ben contenti di navigare a velocità ben evolute e di poter compiere diverse azioni attraverso il 4G, ma sarebbero altrettanto contenti sapendo che sono a rischio? Non è una minaccia e quantomeno un messaggio per diffondere terrore, ma il 4G ha una falla che è potenzialmente dannosa. Per fortuna, però, esiste una nota positiva in tutta questa storia.

Secondo degli studi esposti e comprovati, il 4G soffre di un grave problema che risiede in tre diversi protocolli: il primo è quello che permette di associare il dispositivo alla rete 4G; il secondo è quello che permette di disconnettere il dispositivo dalla rete; il terzo ed ultimo è quello che viene utilizzato per l’acquisizione delle informazioni di sistema.

Leggi anche:  Il 4G viene usato per rubare dai nostri conti tramite reti Vodafone, TIM, Wind e 3 Italia

 

4G: i clienti TIM, Wind, Tre, Iliad e Vodafone rischiano di essere spiati

A tal proposito degli studiosi hanno deciso di indagare più a fondo ed hanno attuato una serie di attacchi che possono essere riassunti sotto il nome di aLTEr Attack. Dopo una serie di prove è stato provato che:

  • si può tracciare la posizione geografica di una persona;
  • spiare cosa fa sul suo telefono;
  • spiare le chiamate vocali;
  • inviare messaggi falsi.

La nota positiva che solleva un po’ la questione è che la strumentazione per attuare questi attacchi sono estremamente costose e che bisogna essere quantomeno vicini alla vittima per hackerarla. Il gruppo di studiosi ha avvisato chi di dovere, affinché con il 5G non si ripresenti il medesimo problema.