Sony Xperia XZs

Buone notizie per i possessori di Sony Xperia XZ e Xperia XZs: il produttore nipponico ha appena dato il via al rilascio di un nuovo aggiornamento software che migliora la sicurezza del sistema operativo di entrambi i modelli. L’aggiornamento continua ad essere basato su Android 8.0 Oreo (Android 9 Pie arriverà esattamente) e introduce le stesse novità.

Anche il numero di build è lo stesso sia per Sony Xperia XZ che per Xperia XZs, 41.3.A.2.192. Passando al changelog apprendiamo che gli sviluppatori si sono limitati ad introdurre le patch di sicurezza Android del mese di ottobre 2018. Non si tratta delle patch più recenti fornite da Google ma le correzioni sono comunque importanti.

Nello specifico Sony Xperia XZ e Xperia XZs potranno godere della risoluzione di oltre 25 falle nel sistema di sicurezza, tutte con criticità elevata e alta. Problemi che mettevano a serio rischio la privacy degli utilizzatori di questi smartphone. L’aggiornamento, grande 117 MB, non introduce altro anche se non mancano mai ottimizzazioni minori.

 

Sony Xperia XZ e Xperia XZs, disponibile un nuovo aggiornamento software

Questo nuovo aggiornamento software è in distribuzione per tutti i Sony Xperia XZ e Xperia XZs venduti in Europa e in Italia. Tuttavia, il rilascio come spesso accade in questi casi, potrebbe procedere a scaglioni per evitare inconvenienti al server. Poco importa perché a conti fatti sarà il singolo dispositivo a notificare la disponibilità dell’update.

Leggi anche:  OnePlus 6T appena presentato ma ha già il suo aggiornamento: tante novità

Gli utenti che non intendono aspettare possono iniziare a forzare la ricerca di questa versione software dal menu presente nelle impostazioni. Una volta trovato l’aggiornamento basterà confermare di volerlo scaricare e installare. Prima di questa operazione è sempre consigliabile eseguire un backup dei dati più importanti.

La procedura non elimina nulla e non altera le impostazioni ma è sempre meglio prevenire. Per l’installazione, invece, vi consigliamo di procedere con lo smartphone connesso alla rete elettrica in modo da essere sicuri che non si spegnerà e che quindi non si avranno problemi in fase di scrittura della memoria ROM.