Il social network Facebook è alle prese con diversi problemi, uno degli ultimi riguardanti l’attacco hacker svelato pochi giorni fa.

Sembrava essere un’indiscrezione fantasiosa, invece con i dovuti controlli effettuati dalla BBC (British Broadcasting Corporation) è stato scoperto che questo gruppo hacker sarebbe in possesso di oltre 120 milioni di account.

Questo gruppo hacker, composto da cinque utenti russi, ha pubblicato online i messaggi privati di circa 80.000 account con l’obiettivo di vendere tali informazioni.

Si tratta di un attacco pesante nei confronti di Facebook e non l’unico in questo anno solare. Infatti lo scorso settembre, alcuni hacker che poi sono stati identificati, sono riusciti ad avere in possesso i dati sensibili di almeno 30 milioni di utenti.

 

Facebook è in continuo sotto attacco

La notizia di dui stiamo parlando è stata confermata anche da una nota società esperta nel settore della sicurezza informatica, la quala ha affermato che i cinque kacker russi hanno rilevato i dati sensibili riguardanti 176.000 profili.

Leggi anche:  Facebook: i fondi vogliono cacciare Zuckerberg dalla presidenza

Da quello che ci risulta, gli utenti che sono stati maggiormente sono coloro che risiedono in Ucraina, Regno Unito, Stati Uniti e Russia, i quali avrebbero utilizzato la chat di Facebook attraverso il browser dal PC.

Non poteva che intervenire la dirigenza Facebook, la quale ha dichiarato di essere completamente estranea a questi fatti accaduti. Per risolvere questo problema, lo società si è impegnata a collaborare con le autorità locali di San Pietroburgo con l’obiettivo di eliminare le estensioni dannose che mostravano i dati dei vari utenti.

Come detto precedentemente, ancora non stati individuati i cinque hacker russi. Vi consigliamo di rimanere aggiornati su questa vicenda attraverso il nostro sito di TecnoAndroid.