Nokia 7 Plus

Settimana iniziata con il botto per HMD Global che dopo aver avviato il rilascio in Italia di Android 9 Pie per Nokia 6.1, degli aggiornamenti mensili di sicurezza per Nokia 8 e Nokia 6 e aver annunciato quali saranno i prossimi smartphone che avranno entro l’anno Android 9 Pie ha aggiornato anche Nokia 7 Plus.

Nella giornata di oggi il Nokia 7 Plus sta ricevendo anche lui l’aggiornamento mensile che migliora la sicurezza del sistema operativo attraverso l’introduzione delle patch di ottobre 2018. Queste patch, sviluppate da Google e fornite agli sviluppatori di HMD Global, sono fondamentali per la sicurezza di Nokia 7 Plus e di chi lo possiede.

Dal bollettino di sicurezza ufficiale sappiamo, infatti, che sono state corrette oltre 25 falle di sicurezza che interessavano varie parti del sistema operativo Android. E quasi la totalità di queste falle aveva una criticità elevata, alta e media. Per l’utente, visivamente, non cambierà nulla ma avrà finalmente tutti i suoi dati sensibili al sicuro.

 

Nokia 7 Plus, come installare l’ultimo aggiornamento software di Android

L’aggiornamento in questione è già disponibile per tutti i Nokia 7 Plus venduti in Italia e ha una dimensione di poco inferiore ai 110 MB. Oltre alle patch, pertanto, non è escluso che possano essere stati risolti alcuni bug; del resto è stato il primo dispositivo dell’azienda a ricevere Android 9 Pie.

Leggi anche:  Sony Xperia XZ e Xperia XZs ricevono l'aggiornamento con le patch di ottobre

Una volta disponibile sarà lo smartphone a notificarvi di questa nuova versione software. Tuttavia, se la notifica non dovesse arrivare da sola nelle prossime ore, forzate voi stessi la ricerca di nuovi aggiornamenti accedendo alle impostazioni di sistema. Una volta notificata o trovata la versione, accettate le novità e confermate il download.

Lo scaricamento non durerà molto, specie sotto reti WiFi, mentre l’installazione potrebbe richiedere fino a 10 minuti. In ogni caso eseguitela con lo smartphone connesso alla rete elettrica e solo dopo aver fatto un backup. Si tratta di una precauzione visto che l’aggiornamento non elimina alcun dato.