Iliad: odi et amo tra disservizi vari e la nuova promozione da 50 giga in 4G a 7 euro

Tra fine settembre ed inizio ottobre il Ministero dello Sviluppo Economico ha bandito il concorso relativo all’assegnazione pubblica delle frequenze 5G. Anche in Italia si sta per aprire un nuovo ciclo per le connessioni internet, un ciclo che può portante ad un notevole sviluppo della vita quotidiana con l’introduzione delle cosiddette tecnologie intelligenti.

 

Iliad, quale futuro con le connessioni in 5G

Iliad, tra gli operatori che hanno partecipato al bando, è stato il primo gruppo a poter vantare l’assegnazione di linee 5G: nella fattispecie, il brand transalpino si è assicurato il lotto con frequenze primarie da 700 MHz.

In seguito a questo grande investimento, gli utenti ora si chiedono cosa cambierà in concreto. C’è da dire che il futuro dei clienti Iliad in prospettiva è più che roseo, visto che in attesa delle linee ad alta velocità, il gruppo dovrà lavorare al miglioramento delle attuali reti commerciali.

Leggi anche:  TIM, Wind Tre, Vodafone e Iliad: conviene ancora sceglierli al posto dei virtuali

Seguendo la scia degli altri provider, inoltre, Iliad potrà impegnarsi in prima persona anche nel vasto campo dell’Internet of Things. Il 5G renderà fattibili nuove tecnologie della robotica e della domotica.

Concluso il bando, ora la domanda è su quando saranno realtà le reti in 5G. I tempi non saranno del tutto contingentati. Stando alle ipotesi più positive, Iliad e le altre compagnie rilasceranno le prime reti 5G nella seconda metà di 2019.