Amazon

Secondo le ultime indiscrezioni, l’azienda Amazon starebbe pensando di introdurre un gilet con dei sensori integrati, anche se al momento non si conosce il vero scopo della piattaforma.

Tutti ricorderete sicuramente la vicenda dei braccialetti elettronici che portò l’azienda di Jeff Bezos in un vero e proprio scandalo. Ci auguriamo che questo nuovo metodo non serva a controllare ulteriormente i propri dipendenti. Scopriamo i dettagli.

 

Amazon vuole introdurre un gilet con sensori integrati

La notizia è stata riportata da Il Corriere grazie ad un’intervista a Tye Brady, che si occupa dell’algoritmo che permette di gestire lo smistamento delle merci all’interno dell’azienda. Il colosso vuole portare, anche in Italia, un nuovo sistema che permetterà di gestire meglio le merci. Il proiettore in questione avrà il compito di scannerizzare le merci e riporle negli scaffali adeguati.

L’arrivo del gilet è quindi previsto anche per l’Italia, la sede più probabile è quella a Passo Corese in provincia di Rieti e al magazzino che verrà aperto a breve a Torrazza, in Piemonte. Il gilet in questione avrebbe incorporati dei sensori per fare in modo che gli scaffali si muovano ad una distanza di sicurezza. L’idea è molto semplice, per il momento è stata messa a punto negli Stati Uniti. Più precisamente è come se gli scaffali andassero dal lavoratore anziché il contrario.

Leggi anche:  Amazon: il Black Friday comincia già da ora, le 10 offerte migliori di oggi

Si tratta quindi di robot, che seguono il modello dei supermercati senza casse, con lo scopo di ridurre il personale e risparmiare sul costo del lavoro. La concorrenza che l’intelligenza artificiale potrebbe fare all’uomo si sta elevando sempre di più. Il 61% delle aziende italiane sono pronte ad introdurre sistemi di intelligenza artificiale anche se non c’è la volontà di sostituire l’uomo sul lavoro ma solamente di renderlo più semplice.