Viaggiare con uno smartphone Android al sicuro con i consigli di HMD Global

Viaggiare con uno smartphone Android in tasca è fantastico. Si possono condividere praticamente istantaneamente post, immagini e video sui social media per far conoscere ad amici e parenti tutto quello che si sta visitando. Tuttavia, non è divertente se il proprio smartphone viene infettato da un virus o un Trojan mentre si naviga su WLAN pubbliche.

O se si procede con il download di applicazioni apparentemente utili, ma che invece nascondono diverse insidie. Inconvenienti che si possono evitare insieme a tanti altri problemi se si seguono alcune regole di base. Regole che vi abbiamo riportato più in basso grazie ai consigli di HMD Global.

 

Smartphone Android, attenzione alle WLAN pubbliche

Accedere al WiFi gratuito è un modo molto comodo per risparmiare sul roaming quando si è all’estero, ma bisogna prestare attenzione se si sceglie di navigare su reti WLAN non protette spesso disponibili in hotel o locali. Il motivo è presto detto: gli hacker possono facilmente prendere il controllo dello smartphone o spiare i dati al suo interno.

Se non si può fare a meno di accedere a queste reti WLAN, è consigliabile l’utilizzo di un’app VPN che ti garantisce privacy e sicurezza indirizzando i dati attraverso un ‘tunnel privato virtuale’ che impedisce ai malintenzionati di visualizzare i propri dati. Si possono trovare valide app VPN per smartphone Android sul Google Play Store.

 

Smartphone Android, scaricare solo app da Google Play

Mai scaricare applicazioni da store di terze parti o, peggio ancora, da pagina che ospitano banner pubblicitari. Se non si tratta di un sito fidato, come il Google Play Store, meglio rinunciare al download. Secondo un recente report, i dispositivi Android che usano app da fonti non ufficiali sono nove volte più suscettibili alle infezioni da Trojan o virus.

Leggi anche:  HMD Global pronta a svelare un nuovo feature phone Nokia con supporto al 4G

Le applicazioni presenti all’interno dello store ufficiale, invece, sono più affidabili perché vengono testate prima di essere inserite a catalogo. Inoltre, grazie al sistema Google Play Protect, le app vengono controllate quotidianamente anche se il dispositivo è offline. E questo vale per tutti gli smartphone Android.

 

Uno smartphone Android secondario può salvarti la privacy

Lo smartphone principale, quello che usiamo tutti i giorni, conosce i nostri amici e i nostri parenti, contiene fotografie personali, conversazioni social, e spesso anche le informazioni relative a conto corrente e carta di credito. Nessuno vuole perdere questi dati preziosi o metterli nelle mani di terzi.

È per questo che HMD Global consiglia di valutare l’acquisto di uno smartphone secondario. Per soli 89 euro, ad esempio, si può acquistare un valido smartphone come il Nokia 1, così da rilassarsi e godersi le ferie. Se vi è mai capitato di perdere i vostri dati o di essere stato derubato, saprete bene che uno smartphone secondario è un investimento.