smartphone Samsung GalaxyCon Huawei, ed altre società prima di lei, si è introdotto il concept dei lettori per le impronte digitali a schermo ed in questo contesto pare voglia fare eccezione anche Samsung, che estende letteralmente il concetto all’ennesima potenza.

 

Samsung: la nuova idea di lettore per le impronte frontale a schermo

In casa Samsung Electronics è sbagliato parlare di lettore per le impronte a schermo. Vi starete chiedendo di sicuro il perché? E la risposta è presto data. Pare che la compagnia sudcoreana stia brevettando un nuovo sistema di scansione in cui l’area di lettura dati è tutto lo schermo. Non quindi una semplice area delimitata ma tutta la superficie tattile sul davanti.

Con una soluzione del genere si offre la prospettiva su un componente facilmente accessibile in ogni contesto ed in ogni momento. Non sarà necessario guardare lo smartphone per sbloccarlo. Una soluzione utile ed attesa da molti.

Leggi anche:  Samsung aggiorna la sua immagine di Facebook con un'icona pieghevole

Per il momento si tratta di un nuovo brevetto che non ha certo la pretesa di trovare, almeno nell’immediato, un’implementazione pratica. Ciononostante la tecnologia ottica qui descritta è tutt’altro che poco interessante. Si discute in merito ad un sistema in grado di acquisire i dati in appena 20-30 millisecondi e reimpostare i valori di luminosità del display in tempi rapidissimi (200 millisecondi). In tutto servirebbero circa 700 millisecondi.lettore impronte Samsung GalaxyUna piattaforma innovativa, concepita in collaborazione con Synaptics e concessa solo 5 giorni fa dall’ufficio brevetti degli Stati Uniti. Importante notare come nella scheda preliminare del componente figuri anche il famigerato notch nella parte più alta del display.

Come abbiamo detto si tratta solo di una proprietà intellettuale e da qui ad una sua potenziale implementazione parecchie cose potrebbero cambiare. Voi come la vedete una soluzione del genere. Ulteriori informazioni sul documento ufficiale.