The Boring Company: il nuovo tunnel per Los Angeles aprirà il 10 dicembre

Il tunnel per regolare il transito rapido che Boring Company di Elon Musk sta progettando sotto Los Angeles verrà aperto al traffico il 10 dicembre. Saranno offerte delle free ride saranno al pubblico la sera seguente, secondo quanto riportato da un tweet di Musk domenica sera.

Il tunnel di prova sarà lungo due miglia sbucando sotto la sede SpaceX a Hawthorne, in California. Questo nuovo test vuole far capire alla società se questo tipo di trasporto pubblico sotterraneo, che mira a trasportare passeggeri e veicoli al di sotto delle strade congestionate su piattaforme elettriche autonome chiamate “pattini“, abbia un futuro. I pattini saranno teoricamente ideati per trasportare dagli 8 a 16 passeggeri, o un veicolo passeggeri, che si sposterà lungo binari magnetici fino a 155 mph (250 km / h).

Ad agosto, Musk ha condiviso una foto di una Tesla Model S nello stesso tunnel che passerà sotto Hawthorne. Di recente sono state sollevate domande sul fatto che il secondo tunnel proposto da Musk sarebbe abbastanza ampio da ospitare il veicolo creato appositamente dalla società.

Leggi anche:  Una Tesla Model S è stata hackerata e rubata da un parcheggio privato di una villa

 

I progetti in cantiere della società

A giugno, la società è stata scelta per costruire un collegamento rapido multimiliardario tra il centro di Chicago e l’aeroporto internazionale O’Hare. Anche se a quanto pare il prezzo inferiore a cui ammonterebbe il progetto totale, circa 1 miliardo di dollari,  ha sollevato dubbi tra gli esperti di gallerie. Ad agosto, la Boring Company ha dichiarato che avrebbe costruito un secondo tunnel a Los Angeles per traghettare i fan dei Dodger tra Los Feliz o East Hollywood e il campo da baseball in circa quattro minuti per circa 1 miliardo.

L’anno scorso, ha invece detto che spera di collegare New York City a Washington DC attraverso un hyperloop sotterraneo ricevendo l’approvazione tattica per il progetto dall’amministrazione Trump. Naturalmente, gli esperti dei trasporti si chiedono se i tunnel siano davvero una risposta al dilemma della congestione del traffico e della sovracapacità.