WhatsApp: truffa del secolo agli utenti Vodafone, TIM, Iliad e Wind Tre: soldi spariti

Una delle priorità di WhatsApp è la garanzia della privacy per la sua clientela. Per tutelare la permanenza online, gli sviluppatori della piattaforma hanno garantito ottime soluzioni (la crittografia end-to-end su tutte). La presenza stessa di funzioni molto social come storie e stati però complica non di poco le cose.

 

WhatsApp, le app tracce per scoprire nomi ed i cognomi di chi ci spia

Dallo scorso anno WhatsApp ha scelto di seguire la scia di Facebook ed Instagram, introducendo storie e stati nell’applicazione. A tal proposito, però, non mancano le note dolenti.

Rispetto ai social veri e propri, WhatsApp non consente un costante monitoraggio per gli utenti visualizzano il nostro profilo. Gli utenti possono conoscere il nome degli amici che visualizzano stati e storie, ma sono completamente allo scuro per altri importanti elementi del profilo. Un caso molto particolare è quello della foto profilo.

Leggi anche:  WhatsApp ha deciso, arriva la pubblicità all'interno dell'app

Per scoprire chi guarda l’immagine di copertina dobbiamo per forza affidarci a Google Play, il martketplace Android. Lo store virtuale mette a disposizione le cosiddette applicazioni “Tracker”, software che hanno il preciso scopo di informare l’utente su chi guarda con insistenza un determinato account. Le app tracker sono molto semplici da usare e con pochi click ci offrono un quadro veloce su chi è solito spiarci.