Postepay Evolution

Nuovi tentativi di truffa mettono in allarme i clienti di Poste Italiane. Analogamente a quanto successo per i clienti di Unicredit e Intesa SanPaolo, anche i correntisti delle poste sono a rischio. Purtroppo non si riesce più mettere una fine a questi attacchi dei cybercriminali, ma non bisogna nutrire timore poichè vi è un modo per difendersi.

Dopo le email e gli sms che richiedevano di effettuare l’accesso con i propri dati, un nuovo tentativo di truffa si è diffuso e questa volta, esso viene svolto telefonicamente. I fatti raccontano che falsi addetti telefonano i clienti e fingendosi controllori annunciano: ” Salve, siamo…” e così facendo spingono la vittima designata a credere di aver un problema. Movimentazioni anomale, pacchi bloccati alla dogana e così via. Ma il povero cliente che ha risposto non deve avere paura: è tutto sotto controllo, chi di dovere sta già svolgendo gli appositi controlli, ma per terminarli c’è bisogna di sapere alcuni dati come il numero della carta, CVV e così via. 

Leggi anche:  Call center: le truffe più clamorose degli operatori e i metodi per combatterli

Poste Italiane, a rischio i conti correnti

Purtroppo non si possono giudicare le persone che cadono vittime di questo fatale errore poichè in una situazione così improvvisa, nessuna persona realizza che si possa trattare di una truffa…. soprattutto se si aspetta davvero un pacco o se si ha appena ricevuto un accredito. Chi può essere giudicato, invece, sono questi criminali che non hanno un minimo di dignità.

Al fine di tutelarsi e di non rimanere truffati bisogna ricordare che non esistono operatori che vi telefonano per motivo del genere, ma soprattutto non esiste nessun tipo di lavoratore che possa chiedervi telefonicamente questo genere di dati.