La funzione di traduzione delle Pixel Buds sarà ora disponibile per altre cuffie Android

La caratteristica principale di Pixel Buds sembrerebbe essere la sua capacità di tradurre la maggior parte delle lingue con la semplice pressione di un pulsante. La funzione sembra inoltre compatibile con la maggior parte delle cuffie con l’Assistente Google integrato, secondo quanto riportato da Droid-Life. La funzionalità è stata annunciata in punta di piedi, tramite una modifica del testo della pagina di supporto di Google per Pixel Buds, che ora recita: “Google Translate è disponibile su tutte le cuffie e i telefoni Android ottimizzati per l’assistente“.

Ma bisogna anche ricordare le differenze tra i progetti messi in piano da Google, rispetto alle altre società. Per esempio, a differenza degli AirPods, che sono completamente wireless e pendono dalle orecchie come orecchini, i Pixel Buds hanno un cavo che collega le due parti. Il sistema di cuffie è infatti progettato per passare da dietro il collo.

Leggi anche:  Google Pixel 3: problemi di RAM lo rendono instabile, meglio non acquistarlo

Ricordiamo che è inoltre presente una custodia per il trasporto che si trasforma in un’unità di ricarica collegandosi all’alimentazione tramite una connessione USB-C.

 

Nuove funzionalità su più dispositivi

La funzione, che in precedenza era esclusiva solo per le Pixel Buds di Google, consentirà quindi di tradurre 40 lingue diverse. Per poter sfruttare la funzione basterà utilizzare un telefono Android come altoparlante per tradurre le risposte.

L’aggiornamento indica inoltre che sta salendo il numero di cuffie abilitate per questa nuova funzionalità firmata Google Assistant. Tra i modelli di cui già si conosce a pieno la compatibilità ritroviamo le Bose QC35 II e le Sony 1000X M3. Google al momento non ha ancora dichiarato nulla a riguardo, ma sicuramente nelle prossime settimane riceveremo un aggiornamento sulla possibilità di scoprire altre funzioni nascoste.