postepay inps

Postepay da ottobre non deve essere annoverato solo come un servizio di distribuzione di carte di credito ricaricabili. Poste Italiane ha allargato gli orizzonti della compagnia ed ora per tutti i clienti ci sono tante novità da tenere a mente.

 

Postepay, è ufficiale la fusione con Poste Mobile: ecco cosa cambia

Come oramai tutti sanno dallo scorso 1 Ottobre, la piattaforma PosteMobile è diventata parte integrante di Postepay.

La vita per chi ha una SIM attiva con PosteMobile non cambia granché. Eccezion fatta per il nome della compagnia, tutto resta com’era, incluse le normative riguardante privacy e sicurezza. 

La differenza sostanziale sarà quella dei codici IBAN. Chi ha una Postepay Evolution, proprio in queste ore, ha ricevuto o sta ricevendo comunicazione sul cambio del codice IBAN. Le coordinate saranno aggiornate ed il codice presente sulla carta non sarà più valido.

Leggi anche:  Hype: subito in regalo 50 euro in buoni Amazon per battere BNL, Unicredit e SanPaolo

Per semplificare la vita ai clienti, i movimenti monetari verso gli IBAN non più attivi saranno validi ancor per un anno: di conseguenza i soldi invitati sui vecchi IBAN saranno reindirizzati su quelli nuovi. Gli utenti dovranno solo ricordarsi di avvisare gli enti che erogano stipendi, pensiono o altre tipologie di valori sul conto personale.

Un’altra grande novità, questa in positivo, sarà l’app. Gli sviluppatori del gruppo Poste stanno perfezionando una piattaforma unica per la gestione della carta e quella della SIM.