Lo scrittore della mini-serie di Darth Vader è stato licenziato dalla Marvel

Alcune settimane fa arrivò l’annuncio della Marvel al Comic Con di New York che parlava del nuovo show di Star Wars: la miniserie su Darth Vader scritta da Chuck Wendig. Oggi, lo scrittore sembra essere stato sollevato dall’incarico, dopo essere stato temporaneamente sospeso da Twitter.

In una serie di tweet, Wendig ha fatto notare il motivo del suo licenziamento, secondo quanto espresso il motivo è stato “la negatività e la volgarità che i miei tweet portano, troppa politica, troppa volgarità, troppa negatività da parte mia“. Un portavoce della Marvel ha voluto inoltre evidenziare il comportamento di Wendig, che nonostante il licenziamento  non ha voluto commentare ulteriormente l’accaduto.

 

Tempo di cacciare gli scheletri dall’armadio

Però, ha continuato a denigrare una lunga campagna di molestie che lo hanno accompagnato nei periodi di Aftermath, nel 2015, il primo romanzo del nuovo universo ambientato tra Il ritorno dello Jedi e Il risveglio della forza. I fan del defunto universo espanso furano sconvolti dal fatto che i suoi libri stessero “rimpiazzando” la serie di lunga data, mentre altri contestarono le sue schiette e progressiste opinioni politiche. Wendig ha già scritto per la Marvel, ricordando  l’adattamento comico di The Force Awakens, e i numeri della serie di Marvel Hyperion.

Leggi anche:  Twitter, scopriamo l'account più citato, secondo i dati presentati

All’inizio di questa settimana, lo scrittore ha riferito di aver scoperto lunedì che il suo account Twitter è stato temporaneamente sospeso per cinque ore. Sospetta che sia stato a causa di una tempesta di tweet, conseguenza di un dibattito sulla conferma di Brett Kavanaugh, diventando un post virale. Il tweet gli è costato l’ira di numerose personalità di destra, insieme a minacce e richieste di licenziamento per i suoi show di Star Wars.