Samsung Galaxy S9+

Samsung Galaxy S9 cambierà parecchio con l’aggiornamento ufficiale ad Android 9 Pie che introdurrà tantissime novità, quasi tutte funzionali, che lo renderanno estremamente intelligente e parsimonioso nella gestione delle risorse. Verrà rivista leggermente anche l’interfaccia utente ma oggi apprendiamo anche di una novità per la fotocamera.

L’aggiornamento ad Android 9 Pie porterà sul Galaxy S9 la funzionalità Scene Optimizer del Galaxy Note 9. Scene Optimizer consente di rendere più vividi i soggetti e le scene facendo in modo che la fotocamera regoli automaticamente le impostazioni che riguardano il colore.

 

Galaxy S9 con Android 9 Pie: la fotocamera guadagnerà la modalità Scene Optimizer

Anche il più recente Galaxy A7 (2018), il primo smartphone con tripla fotocamera posteriore di Samsung, ha questo strumento per ottimizzare le scene. E proprio come quest’ultimo, Galaxy S9 otterrà Scene Optimizer come una vera e propria modalità fotocamera.

Una modalità dedicata che deve essere selezionata qualora l’utente voglia che sia lo smartphone a regolare il tutto. Sul Galaxy Note 9, invece, si tratta di un’opzione presente nelle impostazioni della fotocamera che può essere attivata o disattivata. Un meccanismo un po’ più macchinoso che verrà standardizzato anche su Galaxy Note 9 con Android 9 Pie.

Leggi anche:  Android 9 Pie: la lista dei dispositivi pronti ad aggiornarsi si allunga

Inoltre, poiché Samsung ha introdotto Scene Optimizer di recente anche sul Galaxy A8 Star, è possibile che la società ed il suo team di sviluppatori portino questa funzione su tutti i dispositivi che riceveranno l’aggiornamento ufficiale ad Android 9 Pie. Possiamo aspettarci che diventi una funzione standard su molti smartphone Samsung.

Nel caso ve lo siate persi, in rete sono stati pubblicati degli screenshot che rivelano alcune delle novità che verranno introdotte con questo aggiornamento e la nuova Samsung Experience 10 UX sia per Galaxy Note 9 che per Galaxy S9. Infine, la stessa Samsung ha suggerito che il rilascio dell’aggiornamento potrebbe iniziare a gennaio del 2019.