smartphone xiaomiGli smartphone Xiaomi sono famosi in tutto il mondo per il fatto di essere i migliori best-buy dell’interno mercato. E non parliamo solo di dispositivi le cui caratteristiche rientrano nel contesto dei medio gamma della serie PocoPhone F1. In questo contesto si inserisce anche l’esclusivo Xiaomi Mi MIX 3, il top di gamma assoluto che verrà presentato in anteprima il prossimo 15 ottobre 2018 ad un prezzo che non ci aspettiamo.

 

Xiaomi: perché gli smartphone costano così poco?

Pocophone F1 è solo l’ultimo candido esempio di una strategia Xiaomi vincente anche in Europa. Non c’è alcun trucco, gli smartphone costano poco per una ragione precisa. Lo stesso vale anche in Italia, dove è possibile verificare l’autenticità dei dispositivi attraverso un nuovo tool online.

Ma viene da chiedersi “Come fa la compagnia a generare profitto tenendo i costi finali così bassi?“. La domanda è lecita e merita una risposta che arriva niente meno che da Manu Kumar Jain, managing director della divisione indiana di Xiaomi.

In un suo intervento chiarisce in via del tutto definitiva i termini della questione. Stando a quanto riferito la tecnologia attuale non giustificherebbe in nessun caso un costo per l’utente finale superiore ai 600 euro. Nemmeno per l’ultimo Mi MIX 3 in uscita. A suo modesto parere i produttori europei ed internazionali si approfittano non poco della clientela, gravando sul piano economico.

“Non è nel nostro DNA vendere smartphone con margini di profitto esorbitanti. Recentemente, quando Xiaomi si è quotata in borsa, abbiamo deciso di limitare il nostro margine di profitto al 5%”

Il margine di profitto non può superare il 5% e così si farà anche in occasione della vendita del nuovo top di gamma. C’è da aspettarsi quindi una soluzione il cui costo base non superi i 600 euro al lancio. Ciò garantirà una ampio tasso di fidelizzazione ed il proporsi di soluzioni innovative addirittura superiori ai più blasonati competitor.

A fronte di un top di gamma assoluto si porrà una spesa modesta che non sacrifica affatto l’esperienza di utilizzo, il supporto tecnico ed altri aspetti al cospetto delle controproposte del periodo. Non a caso si parla di uno Xiaomi MI MIX 3 che offrirà una scheda tecnica di tutto rispetto.

Leggi anche:  Xiaomi Mi A2 in versione Red arriva in India, arriverà anche da noi?

 

Scheda Tecnica Xiaomi MI MIX 3Xiaomi-Mi-Mix-3

Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch da almeno 6 pollici con rivestimento protettivo in vetro design Full-borderless

Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon 845

GPU: Adreno 630

Memoria RAM: 6/8GB

Memoria ROM: 64/128/256GB non espansibile

SIM Card: Formato Nano-SIM Dual-StandBy

Fotocamere: con moduli pop-up Find X a scomparsa equipaggiati con sensori Dual da 20 Megapixel e supporto Xiaomi Animoji

Connessioni: 5G + 4G LTE, WiFi 4-5 doppia banda 2.4GHz/5GHz, NFC, Bluetooth 5.0, GPS con GLONASS Geo-System, Galileo e BeiDou System

Sensori: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali sotto lo schermo, accelerometro, giroscopio, bussola e sensore ad effetto Hall

Batteria: 4.000mAh non removibile con funzione ricarica rapida

Sicurezza: scanner intelligente integrato a schermo per le impronte digitali, sistema di tracciamento dei caratteri antropometrici per la ricostruzione della struttura del volto

Sistema Operativo: Android 9.0 Pie con supporto alle personalizzazioni proprietarie MIUI

Restate con noi per scoprire la diretta evento e tutti gli smartphone del mese di ottobre.