smartphone-top-di-gammaCon l’avvicinarsi delle festività natalizie, molti tengono d’occhio le offerte natalizie e del Black Friday per acquistare uno smartphone Android o iPhone top di gamma. Tuttavia, almeno per il momento, potrebbe non essere una scelta così vantaggiosa per i consumatori.

Con questo in mente, abbiamo elencato alcune ragioni per cui potrebbe essere interessante saltare l’attuale generazione di smartphone di fascia alta e attendere il 2019. Ecco i fattori che possono fare la differenza sia dal punto di vista tecnologico che in tasca.

 

Generazione con poche modifiche

Uno dei grandi trionfi degli smartphone top-of-the-line è quello di emozionare i consumatori con nuove funzioni o design audaci. Nel 2017, iPhone X e Galaxy S8 hanno attirato l’attenzione portando display ampi, ricarica wireless e funzionalità di riconoscimento facciale. Nel 2018, d’altra parte, i cambiamenti erano molto più modesti e focalizzati sulle specifiche.

Da parte di Apple, torniamo alla classica generazione S: con lo stesso aspetto dei predecessori e miglioramenti puntuali nella fotocamera e nel processore. Il Galaxy S9 è abbastanza simile a quanto presentato in S8, correggendo solo punti come il posizionamento del lettore digitale e il rafforzamento delle impostazioni interne. Anche alcune funzionalità esclusive del lancio di Samsung, come AR Emoji e super slow motion, vengono importate nei vecchi modelli.

Quando si guardano i dispositivi di altri produttori, l’utente si imbatte in uno scenario simile. Negli ultimi mesi, il mercato è stato invaso da una legione di telefoni con una piccola frangia (o tacca) nella parte superiore dello schermo e senza troppa ispirazione.

Entro il 2019, invece, si prevedono cambiamenti più significativi. Secondo alcune indiscrezioni, Samsung dovrebbe presentare un Galaxy S10 pieno di novità per commemorare il primo decennio della linea. Il produttore sudcoreano e Huawei, infatti, sono in discussione per il lancio del primo modello pieghevole al mondo.

 

Siamo alla vigilia del lancio di 5G

Il 5G avvierà le sue prime reti commerciali nel 2019, spingendo diversi produttori ad annunciare che i loro progetti successivi supporteranno la nuova tecnologia. Anche se non ci sono ancora previsioni ufficiali, è bene tenere conto di spendere una bella cifra per un nuovo smartphone top-of-the-line.

Leggi anche:  Meglio non caricare lo smartphone in auto: ecco perché è sbagliato

Vale la pena ricordare che le nuove reti cellulari tendono ad offrire tassi di latenza molto più bassi rispetto a quelli attuali, riducendo il tempo di risposta della connessione. Inoltre, il 5G offrirà velocità di gran lunga superiori a quelle attuali. Infine, la tendenza è che la migrazione verso le nuove reti sia gratuita, così come ciò che è successo nell’avanzamento del 3G a 4G.

 

Prezzo elevato

Il costo è uno dei fattori che influenzano maggiormente il prezzo dei prodotti tecnologici e lo scenario non è incoraggiante nel 2018. È possibile illustrare questo scenario con la variazione del prezzo di lancio di diversi dispositivi e altrettante marche.

Detto questo, il miglior consiglio per il consumatore che vuole comprare un top di gamma in questo momento è: avere pazienza e cautela. Aspettare qualche mese potrebbe ricompensare. Un’altra opzione, per coloro che ne hanno bisogno urgente, è quella di acquistare uno dei modelli rilasciati nel 2017.

 

Conclusione

Per quanto attraenti possano essere, gli smartphone 2018 top di gamma hanno lasciato a desiderare. Dal punto di vista dell’innovazione, il prossimo anno sarà probabilmente molto più interessante, con la promessa di maggiori cambiamenti sui telefoni Apple e Samsung. Inoltre, la corsa agli smartphone pieghevoli e la fine del notch sullo schermo promette di portare finalmente più entusiasmo agli appassionati di tecnologia. Infine, l’arrivo del 5G è una novità attesa da chi già vuole provare le nuove reti o intende mantenere i propri telefoni più a lungo.