Terremoto app che salvano la vita

Ieri la Sicilia Orientale ha tremato e gli eventi a portata eventualmente catastrofica cominciano a rimbalzare all’impazzata sui social network. In questi casi la ricerca di notizie è sempre di primaria importanza nella scala delle preoccupazioni degli utenti che cercano parenti o amici coinvolti nel terremoto.

Siti e applicazioni utilizzabili da smartphone sono stati quindi presi d’assalto, ma vediamo quali di questi offrono un reale strumento di notizie.

App per monitorare i terremoti: una panoramica

Terremoti Italia preleva i dati direttamente dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dando la possibilità di controllare sulla cartina gli ultimi terremoti e le faglie attive del suolo italiano. Prevede anche un alert speciale nel caso una scossa venga registrata entro 20km dall’epicentro dove siete, e potrete condividere le notizie via social network o SMS.

Rilevatore Terremoto è un’app in grado di rilevare una scossa e comunicarla immediatamente su internet. Permette di monitorare tutti i terremoti comunicati dagli istituti e inviare segnalazioni manuali alla collettività. È possibile impostare l’invio di una mail automatica in caso di emergenza e si dispone anche di una chat dedicata.

Eartquake alert! lavora con l’istituto geofisico USA segnalando qualsiasi sisma si verifichi nel mondo. Consiste in 4 sezioni suddivise in ultimi terremoti, mappa, news e statistiche, permette di monitorare in maniera completa ogni movimento della crosta terrestre. Sulla mappa vengono visualizzate le faglie, consentendo di conoscere meglio la natura della situazione attuale.

Infine, Latest Quakes è una buona app che permette di conoscere la situazione dell’ultima settimana sia tramite un elenco testuale o sulla mappa con degli indicatori. Con informazioni di tutto il mondo, risulta completa e semplice da utilizzare ma non può comunicare tramite widget.

 

Due siti web per valutare un terremoto: Google e INGV

Google permette di visualizzare in modo immediato gli ultimi terremoti registrati scrivendo sulla barra di ricerca la parola “terremoto”. Appariranno degli specchietti illustrativi riportanti la magnitudo, l’epicentro, l’orario ed una mappa della zona coinvolta.

Il sito dell’Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia, sebbene non aggiornato proprio in tempo reale, è la fonte per eccellenza della lista dei terremoti sul pianeta, offrendo una panoramica sull’Italia molto dettagliata. Degli eventi sismici si possono ottenere maggiori dettagli quali le coordinate geografiche precise e la profondità a cui si è verificato.

Inoltre si ha la possibilità di segnalare terremoti tramite un questionario di valutazione. Saranno chieste dal questionario anche informazioni riguardanti la descrizione del rumore del terremoto, la provenienza, l’inizio e la fine del rumore e la sua intensità.