WhatsApp: truffa del secolo agli utenti Vodafone, TIM, Iliad e Wind Tre: soldi spariti

WhatsApp ha da tempo puntato sulla sicurezza online dei suoi clienti. La necessità di condividere ogni istante della quotidianità ha portato gli sviluppatori a lavorare per tutelare il diritto alla privacy degli utenti.

Con il tempo si è cercato di rendere la piattaforma quanto più performante sotto questo aspetto. Il lavoro è stato incrementato da quando la chat si è dotato di quelle funzioni tipicamente social come le storie di Facebook ed Instagram. Il controllo delle visualizzazioni è diventato di prioritaria importanza.

 

WhatsApp, come scoprire il nome di chi spia il nostro profilo.

Come le storie che postiamo su Instagram, Facebook e Snapchat, anche quelle su WhatsApp ci consentono di avere sempre a portata di mano i nomi di chi visualizza i nostri contenuti. Il metodo è simile a quello social. Su ogni storia sarà presente un piccolo menù dove comparirà la lista di chi ha osservato foto e video condivise.

Leggi anche:  WhatsApp: utenti nel panico, spunta il nuovo metodo per spiare chiunque gratis

Non si vive di sole storie, però. Il profilo WhatsApp è composto anche da altri elementi come foto profilo e stati. Se si desidera un controllo pieno del proprio account si possono scaricare da Google Play le cosiddette applicazioni “Tracker”. Con l’ausilio di tali piattaforme gli utenti possono essere sempre aggiornati riguardo i nomi ed i cognomi di amici o conoscenti che spiano in maniera indiscreta le nostre informazioni personali.