Netflix

Per tutto l’arco dell’estate è stato vivo lo spauracchio per eventuali aumenti di prezzo riguardanti Netflix. Sul web si sono moltiplicati giorno dopo giorni i leaker impegnati a mostrare quello che sarebbe stato un progetto inedito della piattaforma. Da qui sono emersi i rumors su un quarto piano soprannominato Ultra rispetto a quelli già presenti nel panorama di Netflix.

Le indiscrezioni non hanno avuto sponda nella realtà ed ora questo cosiddetto piano Ultra sembra essere già caduto nel dimenticatoio.

 

Netflix, la stangata potrebbe arrivare dalle politiche UE

La stangata di Netflix che molti temono non è però del tutto scongiurata. Gli aumenti di prezzo potrebbero nascere dalle nuove politiche dell’Unione Europea. L’UE ha messo nel suo mirino i colossi dello dello streaming, in particolar modo per la poca produzione di contenuti sul suono continentale

Leggi anche:  Netflix: sta per arrivare la stagione 3 di Big Mouth sulla piattaforma streaming

La Commissione Europea ha chiaramente invitato Netflix e Amazon ad una produzione massiccia nel Vecchio Continente. L’UE desidera che almeno il 30% delle serie tv o dei film vengano sviluppati proprio in Europa.

In pratica, la volontà dell’UE è quella di far investire più soldi nei 27 Stati membri. Sino ad ora la società a stelle e strisce non ha ribattuto alla Commissione. E’ scontato che, qualora vengano accolte, le direttive dell’UE, i costi di produzione per l’azienda crescerebbero a dismisura. In tal senso, le spese extra andrebbero a gravare nelle tasche dei clienti per una beffa che tutti vogliono evitare.