IPTV: tutti i canali di Sky, Premium, DAZN e Netflix a 10 euro, ci sono però dei rischi

L’IPTV sta conoscendo nuovi picchi di popolarità nel nostro paese. Il sistema che con pochi euro ci offre abbonamenti illegali a Sky, Mediaset, DAZN o Netflix è sempre piaciuto diffuso su scala nazionale.

Il sistema di streaming illegale ha la sua fonte di sostentamento dai paesi esteri. Da qui chi trasmette ricava il segnale e lo invia nelle case degli utenti previa – come ovvio – il pagamento di un piccolo canone mensile.

 

L’IPTV sfonda anche su WhatsApp con Sky, DAZN e Netflix

Da qualche settimana l’IPTV ha sfondando anche su WhatsApp. Chi pubblicizza questo sistema ora sta cavalcando l’onda della piattaforma di messaggistica per crearsi una piazza di utenti sempre maggiore.

Leggi anche:  Whatsapp: con l'arrivo del 5G l'applicazione cambierà totalmente

Su WhatsApp ma anche su Telegram ogni ora fioriscono come funghi gruppi segreti che servono a reclutare persone interessate alla visione dei canali in streaming. Dietro questa pratica, però, ci sono rischi da non sottovalutare.

Tutti coloro che si servono dell’IPTV per avere i canali di Sky e la trasmissione free di DAZN e Netflix hanno davvero tanto da perdere. Se beccati in flagrante, la visione di contenuti criptati senza permesso può portare a sanzioni che giungono sino a 10mila euro. Ancora peggiore lo scenario per chi trasmette: in questo caso si giunge nel reato penale e si rischia anche la galera.