Siamo appena al secondo giorno di ottobre e Google ha già iniziato a distribuire la patch di sicurezza di Android dedicata ai Pixel phone. Il rilascio doveva iniziare il 5 ottobre, ma alla grande G sono abituati a far uscire le cose in anticipo, basti vedere ad agosto con Android 9 Pie. Come è consuetudine in questi casi, oltre all’aggiornamento proprio della sicurezza c’è anche una correzione generale di bug, glitch e altri problemi; per chiudere il cerchio il tutto dovrebbe anche migliorare le prestazioni generali degli smartphone.

 

Alcune migliorie

Un aspetto che vale la pena di citare è l’arrivo di un netto miglioramento per quanto riguarda la ricarica rapida. Entrambi i modelli dei pixel di prima generazione e di seconda generazione ne beneficeranno fin subito, insieme al sopracitato potenziamento delle prestazioni. Sono stati migliorati anche alcuni formati multimediali protetti ed è stato aumentata la stabilità del sistema quando si usa Android Auto.

Leggi anche:  Google Foto fa un passo indietro: torna una funzione del passato

Andando a guardare la risoluzione dei problemi, apparentemente la patch ne risolve parecchi. Di gravità critiche ne sono state corrette 8, quelle considerate high (alte) sono 14 mentre di moderate solo una. Per il resto non sembra esserci altro anche perché un bollettino dedicata a voluto sottolineare come nessun Pixel abbia registrato problemi di sicurezza come intrusioni e furto di dati.

In merito, c’è un potenziale rischio dovuto all’uso di un codice arbitrario. Se utilizzato, un utente malintenzionato avrebbe potuto da remoto infettare uno smartphone, ma come detto sopra non ci sono stati casi registrati. Il file della patch di sicurezza, almeno per il Pixel 2 XL, è di 54,5 MB.