face matchIl 4 ottobre 2017, giorno del lancio dei nuovi modelli della linea Pixel, Google ha introdotto una nuova funzionalità per Wizard: Voice Match. La novità avrebbe consentito agli speaker intelligenti della linea Home di comprendere le diverse voci degli utenti e suggerire consigli su come chiamare diversi contatti con lo stesso nome, identificando la voce delle persone nella casa.

Al momento, Google ha rivelato che due utenti che condividevano la stessa Home page di Google potevano chiedere suggerimenti all’Assistente e ottenere risultati diversi anche eseguendo lo stesso comando. Ora è tempo che la società faccia il passo successivo. E lo farà con Face Match.

La funzione non è ancora stata ufficializzata, ma è già stata trovata nell’ultima versione dell’applicazione Google, versione 8.23, ed è descritta come segue:

“Insegna al tuo assistente a riconoscere la tua faccia. Face Match aiuta il Wizard a identificare il tuo viso e ti distingue dagli altri creando un modello unico della tua voce [la faccia / faccia corretta ]su questo dispositivo”.

 

Leggi anche:  Google consentirà agli utenti di Pixel 3 XL di nascondare il NOTCH gigante

Perché configurare Face Match?

Ciò consente a Wizard di essere proattivo mostrandoti notifiche più importanti, eventi del calendario, promemoria e risultati personali se disponi di risultati di persone disponibili.
Con questa caratteristica, Face Match è probabilmente il “Face ID” di Google: sappiamo che sia Pixel 3 che Pixel 3 XL saranno sul mercato con due fotocamere frontali, probabilmente per modellare il volto dell’utente in 3D, più sicuro e che usare solo una fotocamera frontale.

Altre notizie e rivelazioni sono attese la prossima settimana, 9 ottobre, all’evento ufficiale di Google per l’annuncio dei suoi nuovi smartphone ad alte prestazioni, il nuovo Chromecast e anche il nuovo tablet Pixel Slate 2 in 1 realizzato per competere con Surface Pro. E queste sono solo alcune delle molte altre novità preannunciate.