Instagram

Ormai è a tutti noto che circa sei anni fa Mark Zuckerberg decise di acquisire il social network Instagram per un miliardo di dollari. Il social era stato fondato solamente due anni prima e aveva in tutto 13 dipendenti, oggi invece sono circa un migliaio.

Anche gli utenti sono aumentati a vista d’occhio, passati da 30 milioni ai tempi dell’acquisizione fino ad arrivare ad oggi con più di un miliardo. Secondo le stime, saranno due miliardi entro 5 anni. Al momento Instagram, potrebbe valere più di 100 miliardi di dollari. Zuckerberg ha fatto quindi un grande affare ad acquisirlo.

 

Zuckerberg utilizza Instagram per salvare Facebook?

Nonostante Instagram vada a gonfie vele, la notizia delle dimissioni dei due fondatori, Kevin Systrom e Mike Krieger ha scombussolato l’azienda, anche se era preparata. Poco tempo fa infatti, Zuckerberg ha spostato Adam Mosseri da Facebook ad Instagram, come capo dello sviluppo prodotto. Mosseri è stato per oltre due anni capo del product management di Facebook.

Leggi anche:  Facebook utilizzerebbe il nostro numero telefonico per scopi pubblicitari

Le ultime indiscrezioni parlano di un controllo sempre più stringente ad Instagram da parte di Facebook. Anche l’abbandono del patron di WhatsApp lo scorso anno ne è una prova. Nell’ultimo biennio il social network fotografico è diventato indispensabile per Facebook. Il primo motivo riguarda le storie introdotte su Instagram mentre la seconda riguarda il social blu dove, i giovani sono sempre meno.

Zuckerberg mai come ora ha bisogno di Instagram, soprattutto dato che è rimasto fuori dallo scandalo Cambridge Analytica e dal fenomeno delle fake news. Anche la pubblicità cresce, arrivando a valere secondo una stima, 20 miliardi di dollari entro il 2020.