Huawei multaMolti di voi forse sanno che Honor è un’azienda nata da Huawei. Recentemente si vociferava che le due compagnie si sarebbero separate. Invece, pare che Huawei non abbia nessuna intenzione di trasformare l’azienda in un business separato.

La compagnia cinese ha confermato che non ci sarà nessuna divisione, dissipando le voci recenti che suggeriscono una linea di condotta opposta. Nel corso di questa estate, i media dell’Estremo Oriente hanno riferito di una spaccatura tra i due marchi come una possibilità realistica. Ciò a causa dell’immensa promessa che la sottomarca si sta attualmente dimostrando. Infatti, pare che potrebbe persino superare l’ormai affermata Xiaomi – il più grande venditore di telefoni in Cina – in termini di spedizioni di dispositivi. Anche il presidente di Honor, Zhao Ming, ha esplicitamente negato la notizia, affermando che i due marchi rimarranno inseparabili.

Huawei e Honor sono l’una l’azienda madre dell’altra e pare che non ci sarà nessuna imminente separazione

Da quando ha fondato questa sottomarca nel 2013, Huawei ha voluto che Honor operasse come entità ampiamente indipendente in termini di branding e strategia di prodotto, anche se senza un’unità R & D dedicata, il che significa che dipendeva ancora dalla tecnologia creata dalla sua casa madre. Alla fine dello scorso anno, Honor ha descritto la sua strategia come quella di un “marchio B“, affermando che è più focalizzato sulle vendite online di Huawei e si rivolge anche a un pubblico più giovane con i suoi dispositivi, come evidente dai loro prezzi aggressivi. Nel corso degli ultimi anni, Honor ha dichiarato che il suo prossimo obiettivo è diventare uno dei primi cinque venditori di telefoni al mondo.

Leggi anche:  Huawei Mate X: comparse online alcune specifiche e la data di rilascio

La performance commerciale di Honor nel 2018 sembra aver superato anche le aspettative più ambiziose di Huawei. Ciò ha spinto il colosso della tecnologia cinese a smorzare gli sforzi per differenziare i due marchi in quanto non ha ancora intenzione di separarli, o perlomeno non ha considerato questa opzione per il momento, valida fino a poco tempo fa. Indipendentemente dalla sua struttura aziendale, Honor sembra sulla strada giusta – offrendo smartphone Android che piacciono molto, soprattutto ai più giovani.