android app pericoloseLe stime degli istituti di statistica italiani riportano che gli utenti Android del Bel Paese utilizzano in media 9 applicazioni al giorno sui loro smartphone. I telefoni diventano via via sempre più potenti ed il numero di app cresce in maniera esponenziale offrendo sempre nuove utility, giochi e proposte per rendere appetibile la grafica.

Nonostante processori potentissimi e memorie di archiviazione sempre più capienti resta il problema causato dall’eccessivo rallentamento del telefono causato dalle innumerevoli installazioni che rischiano di danneggiare memoria, CPU e batteria.

Per evitare di scadere nell’inevitabile è necessario liberarsi di tutte quelle applicazioni non necessarie che non fanno altro che intasare il nostro nuovo acquisto. Abbiamo 11 tipi di app da rimuovere immediatamente dai nostri dispositivi.

 

Lettori Multimediali

Installare un player musicale alternativo mantenendo quello di default previsto dal costruttore non produce altro che un sovraccarico di risorse. La batteria si consuma velocemente. Meglio optare per un’unica soluzione, come l’ottimo Google Play Music, che tra le sue caratteristiche riporta la possibilità di integrarsi con più piattaforme offrendo compatibilità con tutti i formati audio disponibili.

Su qualsiasi app ricada la nostra scelta seguite questa regola: usate un solo player musicale. Averne installato più di uno porta solo a ridurre l’autonomia e la potenza dello smartphone.

 

App per risparmiare batteria

Risparmiare batteria è utile, ma le applicazioni che promettono di farla durare tre o più giorno sono solo una chimera. In questi casi è sufficiente solo seguire i consigli del nostro vadenecum ed attenersi ad alcune semplici regole di condotta. Ad esempio, è utile impostare la luminosità manuale a circa un quarto del valore massimo e, quando possibile, scegliere di spegnere connessione dati, WiFi, GPS e Bluetooth. Solo così prolungheremo davvero l’autonomia del nostro telefono.

Tra le altre cose, a partire da Android 8.0 Oreo la casa madre Google ha previsto già delle ottimizzazioni per il risparmio energetico a monte del sistema, senza la necessità di ricorrere a discutibili app di terze parti.

 

App di ottimizzazione per le performance

Stesso discorso vale per le app che promettono di ottimizzare la memoria e la CPU. Questo tipo di app altro non fanno che sovraccaricare inutilmente il sistema. Meglio affidarsi alle utility integrate che società come Samsung hanno previsto a partire dagli ultimi aggiornamenti di sistema per la Experience UI. Situazione che si ripropone anche con gli altri produttori di dispositivi Android.

 

App per ottimizzare le risorse

Allo stesso modo le app per liberare le risorse sono particolarmente inutili. Prometto di dare una mano eliminando cookie e file temporanei inutili, ma hanno come risultato un eccessivo carico sulle risorse di sistema. Non è necessario installare un’app apposita. Chiusi semplicemente i processi in background che occupano memoria e ricorda di chiudere sempre tutte le schede nel browser personale.

 

App per ottimizzare la RAM

Più app apriamo, più il nostro telefono si sovraccarica. Questa è la regola. Come già definito, non è necessario disporre di una o più app per liberare la memoria. Facciamo semplicemente tap sul pulsante del multitasking e selezioniamo l’icona del cestino per chiudere le applicazioni in background.

Leggi anche:  Google ha pagato oltre 3 milioni di dollari ai ricercatori per rendere sicuro Android

 

Browser

Come per le app dei lettori musicali anche un eccesso di browser provoca un rallentamento del telefono. Meglio mantenerne uno solo. Assicuriamoci che si tratta di un sistema di navigazione che rispecchia le nostre necessità di sicurezza ed interattività. Chrome è un’ottima scelta ed è presente su tutti i dispositivi fin dal primo avvio. Ma produttori come Samsung hanno previsto anche l’ausilio dei propri browser Internet. In questo caso occorre fare una scelta.

 

Widget Android preinstallati

I programmi scorciatoia sono utilissimi per accedere rapidamente a messaggi e funzioni delle applicazioni di origine. Sin dal primo avvio gli smartphone Android dispongono l’uso dei widget per la gallery delle foto, per il meteo e per una serie di altre funzionalità integrate. Tutti si aggiornano automaticamente con i nuovi dati forniti da noi stessi e dalla rete. Cosa che richiede parecchie risorse e parecchia batteria. Vale la pena usarli?

 

App che promettono di “raffreddare il processore”

Sappiamo bene che nessuno smartphone dispone di un sistema di dissipazione attivo del calore. Non ci sono ventole, non ci sono sistemi di smaltimento forzato del calore. Tutt’al più abbiamo un’integrazione ad heatpipe con liquido refrigerante passivo. Potrebbe mai una semplice app raffreddare il nostro microprocessore? Diamoci una risposta a regoliamoci di conseguenza.

 

Antivirus Android

Gli antivirus sono un argomento dibattuto in ottica Android. C’è chi pensa che siano utili e chi, invece, crede che servano solo a mandare in pensione anticipata il nostro smartphone. Noi siamo della seconda ipotesi, in considerazione del fatto chela stragrande maggioranza dei virus per device Android passa per le app, già protette dal software Google Play Protect. Inoltre, gli sviluppatori prevedono già di default dei sistemi di contenimento per le minacce realizzati in collaborazione con illustre società di sicurezza.

 

Giochi Android

Abbiamo tantissimi giochi gratis per Android. Hanno una grafica eccellente ed un gameplay davvero incredibile. Il rovescio della medaglia sta nel fatto che stressano memoria, batteria e CPU al massimo livello. Anche la rete non è immune da questo sfruttamento di risorse, visto che vi sono giochi che sfruttano continuamente il sistema di notifica push.

Blocchiamo o quanto meno silenziamo le notifiche ed usiamo i giochi con coscienza. evitando di avviarli con caricabatteria inserito o in ambiente particolarmente caldi. Il telefono ringrazierà.

 

App preinstallate

Chiudiamo con i temutissimi bloatware, applicazioni preinstallate dal costruttore a bordo del nostro telefono. Nella maggior parte dei casi non le utilizziamo e non apportano alcun beneficio alla nostra esperienza utente. Meglio liberarsene al più presto. Non sempre è facile procedere, ed è per questo che vi consigliamo la guida alla rimozione sicura delle app inutili.

I nostri consigli ti sono stati utili? Perché non provi a scoprire applicazioni veramente utili che sono gratis sullo store di Google Play?