pubblicità YoutubeIl team Google che si occupa dello sviluppo e degli aggiornamenti Youtube sta per introdurre un’importante modifica degli annunci pubblicitari per dispositivi mobile. Si parla di un cambiamento che in molti potrebbero non accogliere positivamente. Ecco come si intende procedere.

 

Youtube: nuovo formato per gli annunci pubblicitari Android ed iOS

Google ha recentemente pubblicato una nuova versione dell’app Youtube che ha introdotto nuovi contenuti e tangibili novità dal punto di vista delle funzioni. Non tutti gli aggiornamenti piacciono agli utenti e quello relativo alle nuove pubblicità potrebbe essere uno di questi.

A seguito di una valutazione interna, il direttivo ha deciso di implementare un nuovo formato per gli ads da proporre all’interno delle app per dispositivi mobili. Si prevede la presenza attiva di pubblicità proveniente da siti esterni, che si materializzerà secondo uno schema verticale già visto su applicazioni parallele del calibro di Snapchat ed Instagram.

Attraverso questo nuovo layout l’azienda conta di offrire maggiore visibilità agli inserzionisti sfruttando gli ampi display offerti dalle attuali soluzioni commerciali di telefonia mobile. La nuova prospettiva dinamica potrebbe impensierire gli utenti, che a partire dalla nuova versione dovranno sorbirsi pubblicità in primo piano ad ogni ora del giorno. Non tutti approveranno questa iniziativa.

Leggi anche:  Youtube: pubblicità più lunghe dal prossimo aggiornamento

Detto ciò, tutto sembra ormai deciso ed a partire dal prossimo aggiornamento Youtube avremo a che fare con il nuovo schema di visualizzazione pubblicitario. Tra l’altro, la situazione si aggrava in virtù del proporsi di altri annunci in Home che ospiteranno contenuti personalizzati dai partner su spazi dedicati.

La scelta di procedere in tale direzione si deve agli accordi ed alle promesse fatte da Google ai suoi affiliati pubblicitari. Una cosa plausibile e desiderabile dagli inserzionisti, se si considera che oltre il 70% delle visualizzazioni proviene dai telefoni e dai tablet.

Siete concorsi a questo nuovo approccio? Diteci che cosa ne pensate.