iPhone XS

Anche dopo la presentazione ufficiale dei nuovi iPhone, Apple sembra avere ancora qualche problema di produzione, produzione di massa per essere più precisi. Il più problematico sembra essere stato l’Xr, ma anche gli altri due hanno risentito di alcuni ritardi e a questo giro sembrano essere di nuovo coinvolti proprio l’Xs e Xs Max e i display OLED.

La compagnia americana ha da tempo cercato un’alternativa a Samsung, sua rivale da anni, per la fornitura degli schermi. Tale alternativa l’ha trovata in LG che però non sembra essere pronta per la mole di lavoro a cui Apple è abituata. Il terzo produttore di smartphone al mondo ha bisogno di un rifornimento iniziale ingente, numeri che LG non è ancora in grado di produrre.

 

Alla ricerca di una pezza

L’accordo tra le due ha preso vita, ufficialmente, proprio oggi e la produzione è iniziata. I media coreani parlano di produzione prevista di 2 milioni di unità entro la fine dell’anno; ad Apple ne servono di più, soprattutto visto le previsioni degli analisti sulle vendite che il colosso effettuerà con i nuovi modelli. I numeri risultano ancora più bassi se consideriamo che alcuni di queste unità saranno messe da parte per la scorta dedicata alle riparazioni.

Leggi anche:  3 Italia propone iPhone XS e iPhone XS Max a rate ad un prezzo conveniente

La voglia di diventare il secondo produttore di display OLED di LG, è il credito praticamente inesauribile di Apple potrebbero potenzialmente mitigare la sotto-produzione, ma non sarà abbastanza. Potrebbe quindi dover tornare da Samsung anche se le due si erano allontanate per via dei prezzi dei display OLED dettati dal sostanziale regime monopolistico della sudcoreana.