WhatsApp: l'incredibile metodo per spiare gli utenti è ora gratis e legale

La privacy su WhatsApp è un qualcosa di aleatorio. Nonostante gli sforzi degli sviluppatori, la chat ancora fatica a garantire buoni standard di sicurezza online. Questo è un grande problema, specialmente per chi ha cose da nascondere dalle sue conversazioni o dal suo profilo privato.

Spiare i propri conoscenti su WhatsApp si è sempre fatto e sempre si farà. Da quando poi la chat ha introdotto strumenti social molto popolari la deriva si è amplificata. La piattaforma, sulla scia di quanto fatto da Facebook ed Instagram prevede feature belle, ma allo stesso tempo pericolose per la riservatezza.

 

WhatsApp, ecco come scoprire i nomi di chi ci spia

Tutti possono usare in chat immagine profilo, stati e storie. Nessuno, però attraverso WhatsApp può leggere in maniera concreta chi visualizza tali elementi.

Leggi anche:  WhatsApp premierà con 1 mln di dollari chi combatterà le fake news

Purtroppo vi è ancora questo limite nel servizio ed oggi noi vogliamo mostrarvi una soluzione. In attesa di una mossa degli sviluppatori, la via da percorrere è quella delle app terze. Attraverso lo store online Google Play è possibile scaricare le cosiddette applicazioni “Tracker”. Queste piattaforme hanno il preciso compito di segnare info dettagliare su nomi di chi guarda con insistenza il nostro profilo. Sempre le app tracker ci diranno chi ha visualizzato un tale elemento del nostro account ed in quale momento della giornata.