Unicredit, SanPaolo e BNL

I contatti di posta elettronica di diversi correntisti sono stati presa di mira dai cybercriminali. Negli ultimi giorni, alcune persone stanno accusando di ricevere tentativi di phishing. Molte volte, ironia della sorte, le persone ricevono anche le email sbagliate.. con avvisi relativi a conti presso Istituti mai visitati.

Per fortuna banche del calibro di Unicredit, Intesa SanPaolo e BNL tutelano i loro clienti con i massimi mezzi di sicurezza, ma nonostante ciò, alcune volte queste email possono risultare così legittime che ci si casca.
Grazie alle password temporanee molte volte le truffe non riescono a concludersi poiché c’è bisogno di autenticare l’accesso attraverso il token.

Sebbene questo sia un’importante limitazione per i criminali, ancora riescono a mietere delle vittime attraverso false iniziative. 

Le email truffaldine: ecco come sono

Questo genere di email si presenta come una classica email della propria banca, ma ha l’intenzione di avvisare il cliente di un’iniziativa. Per esempio quella di poter acquistare un telefono a prezzi irrisori perché si è, per l’appunto, correntisti. Una volta aperto il link, verrà richiesto di effettuare il pagamento di tale somma, ma attenzione, il telefono o qualunque oggetto sia promesso non vi verrà mai consegnato. 

Leggi anche:  Unicredit, BNL e Intesa SanPaolo: bonifici bloccati, richiesto un aggiornamento dei dati

Al fine di evitare di tramutarsi in vittime, ricordate sempre che ogni banca sponsorizza la propria iniziativa sul suo portale internet ufficiale. È bene consultare sempre quello e soprattutto controllare i link in allegato. Se questi sembrano sospetti si può anche evitare di aprirli e se non si vuole perdere un occasione, basta contattare la propria filiare e richiedere informazioni in merito.