Lenovo

Lenovo annuncia la sponsorizzazione dell’edizione 2018 delle Olimpiadi Italiane di Informatica (OII), organizzate da AICA – Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico – insieme al MIUR, che avranno luogo a Campobasso da oggi, 13 settembre, e dureranno fino al 15 settembre.

Si tratta della diciottesima edizione dell’iniziativa a livello italiano, che ha l’obiettivo ultimo di selezionare la squadra di atleti informatici che rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi Internazionali di Informatica (IOI) dell’anno prossimo. Alle Olimpiadi di Informatica possono partecipare tutti gli studenti delle prime quattro classi delle scuole superiori.

Basta non aver compiuto 20 anni al 1 luglio dell’anno in corso. Lenovo sarà presente all’evento con uno stand dedicato in cui i partecipanti e i visitatori potranno prendere contatto con le più recenti tecnologie dell’azienda. Guido Terni, Responsabile del Settore Education di Lenovo Italia, ha dichiarato:

 

Lenovo sponsor delle Olimpiadi Italiane di Informatica 2018: tutto quello che c’è da sapere

“È la prima volta che Lenovo sponsorizza le Olimpiadi Italiane di Informatica e siamo orgogliosi di collaborare con l’organizzazione. Sentiamo la responsabilità non solo di collaborare con le scuole italiane, ma anche di sostenere iniziative che consentano ai nostri studenti di eccellere in ambito internazionale nelle discipline scientifiche e tecnolologiche.”

Leggi anche:  Natale 2018, le idee regalo Lenovo per tutti i gusti e budget

La sponsorizzazione rientra nella strategia di Lenovo di creare le condizioni per avvicinare ragazzi e ragazze verso percorsi di studio che permetteranno loro di perseguire una carriera nel mondo delle tecnologie digitali. Le Olimpiadi di Informatica si articolano in una serie di discipline e gare, al termine delle quali i tre migliori finalisti saranno premiati.

Le gare si concentrano in due giornate nell’arco di una settimana durante la quale sono previsti eventi culturali e ricreativi organizzati dal paese ospitante. Gli atleti competono individualmente cercando di risolvere i problemi di natura algoritmica assegnati con l’utilizzo di un personal computer.

Guido Terni ha poi concluso specificando come questo evento costituisce l’occasione per far emergere e valorizzare le eccellenze della scuola italiana, con una ricaduta positiva sull’intero sistema educativo. A maggior ragione se si considera che le discipline scientifiche hanno un valore strategico per lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica sia per la formazione culturale e professionale.

Inoltre, iniziative come le Olimpiadi di Informatica creano le precondizioni per preparare gli studenti al lavoro ed agli ulteriori livelli di studio e ricerca.