Iliad attacca TIM e Vodafone con la sua promozione da 40 Giga e tutto senza limiti

Iliad ha avuto il ruolo di leader nel corso di questa estate. Il provider ha spiazzato tutta la concorrenza ed anche a causa delle sue promozioni super low cost si è messa contro gli storici gestori attivi nel nostro paese, TIM e Wind su tutti.

La rivoluzione di cui Iliad parla tanto la si può trovare non solo nella politica dei prezzi bassi, ma anche in una strategia promozionale quasi inedita. Le nostre città sono state invase da banner o cartelloni del gestore ed allo stesso tempo sono nate le simbox.

 

L’accusa alle simbox e la posizione di Iliad

Queste piccole macchine fai da te sono apparse in stazioni, aeroporti e in grandi centri commerciali. Il loro utilizzo è finalizzata alla creazione di una SIM.

Leggi anche:  Iliad: troppi problemi, gli utenti sottoscrivono la proo da 50GB ma non possono usarla

Gli operatori avversi ad Iliad hanno captato un casus belli proprio nelle simbox. Gli uffici legali hanno quindi contattato la Polizia Postale per indagare su eventuali azioni poco limpide per il riconoscimento degli utenti. Secondo la voce degli altri provider non sarebbe rispettato il decreto Pisanu in materia di antiterrorismo. Ciò consentirebbe a tutti di creare finti profili.

Iliad di certo non si è fatta attaccare e tramite i suoi dirigenti ha affermato come il caso delle simbox sia campato in area. La compagnia francese ci tiene a specificare che le simbox rispettano le normative vigenti e non portano a gravi pericoli per gli utenti.