Samsung Galaxy Note 9

Samsung Galaxy Note 9 sta iniziando a ricevere un nuovo aggiornamento software in tutta Europa. Si tratta della versione software XXS2ARH6 che al contrario di quanto si potrebbe pensare non potenzia o introduce particolari novità a livello software, ma si limita a migliorare la sicurezza del sistema operativo.

Si tratta, infatti, dell’aggiornamento mensile che introduce le patch di sicurezza Android più recenti. Nello specifico, gli sviluppatori Samsung hanno incluso le patch di settembre 2018 che risolvono 12 vulnerabilità proprie del robottino verde. A queste si aggiungono 18 vulnerabilità del software Samsung completamente risolte.

Il changelog dell’aggiornamento si conclude poi citando i consueti miglioramenti alla stabilità del sistema che Samsung inserisce in ogni nuova versione software. Questa nuova versione software per Samsung Galaxy Note 9 è uscita dai laboratori coreani il 29 agosto scorso ed ora disponibile per i modelli No-Brand di alcuni mercati europei.

Nello specifico, stiamo ricevendo diverse segnalazioni sulla disponibilità dell’aggiornamento per i Samsung Galaxy Note 9 venduti in Bulgaria, Lussemburgo, Romania e Slovacchia. Nel giro di qualche settimana la distribuzione dovrebbe estendersi al tutto il continente.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Watch arriva in italia, ecco prezzi e caratteristiche

 

Samsung Galaxy Note 9, come aggiornare il dispositivo all’ultima versione software

In attesa che l’aggiornamento software con le patch di settembre arrivi anche in Italia, vi spieghiamo rapidamente come aggiornare Samsung Galaxy Note 9 all’ultima versione software. Ogni aggiornamento viene notificato in automatico dal dispositivo ma è possibile forzarne la ricerca dalle impostazioni software.

Una volta trovato l’aggiornamento basterà accettare le note di rilascio e confermare la propria volontà a scaricarlo e installarlo. La procedura è poi completamente automatica anche se è bene eseguirla con la connessione WiFi attiva e la batteria completamente carica o connessa alla rete elettrica di casa.

Anche se l’installazione non elimina alcun dato e non altera le impostazioni, il nostro consiglio è quello di fare sempre un backup dei dati più importanti. L’installazione, che non permette di utilizzare lo smartphone neanche per chiamate di emergenza, termina con il riavvio del dispositivo alla normale modalità di utilizzo.