trucchi segreti AndroidAndroid è un covo di segreti, nonostante sia il sistema operativo più diffuso ed installato al mondo. Lo usiamo ogni giorno, quasi passivamente, senza sapere che esistono dei trucchi incredibili che aprono le porte ad un nuovo modo di usare il telefono. Ve ne riveliamo ben 10 che sicuramente non conoscete.

 

Android segreto: 10 trucchi e consigli per uno smartphone al top

Aumentare la durata della batteria, spingere al massimo la grafica nei giochi, incrementare la velocità. Sono tutti aspetti che dovremmo conoscere in quanto utilizzatori di smartphone Android. Ma spesso non è così. Vediamo di rimediare subito.

 

Modalità Sviluppatore

La modalità sviluppatore non richiede permessi di root e si attiva con un comando che offre l’accesso ad un menu segreto che consente di aumentare performance e durata della batteria. Si preme sette o otto volte  il tasto “Numero Build” per accedere alle impostazioni nascoste (da Impostazioni > Info Telefono).

Un messaggio conferma l’attivazione e tornando nella finestra principale delle Impostazioni troviamo la nuova voce con le opzioni segrete. Da qui possiamo intervenire su tantissimi parametri forzando ad esempio i colori dello schermo, le animazioni/transizioni e le funzioni per il gaming con parametri MSAA.

 

Controllo dei sensori

Dal dialer del telefono (l’app che usiamo per le normali chiamate vocali) basta digitare il codice segreto “*#0*# o *#*#4636#*#*” per accedere ad un menu di controllo per i sensori.

Si può verificare il funzionamento dei vari componenti ed utilizzare i sensori per orientarsi (bussola) o verificare i LUX per al luminosità di una stanza o di una lampada LED.

 

Trovare telefono Android perso o rubato

Non riuscite a trovare il telefono? Non è detto che vi sia stato rubato. Potete verificarlo accedendo a questa pagina con il vostro account Google. Una mappa visualizza il dispositivo Android smarrito e da qui si può effettuare direttamente il reset. Ovviamente è necessario che il telefono sia connesso alla rete Internet.

 

Tastiera GBoard

La tastiera Google offre la massima interattività ed ultimamente si è migliorata per l’uso delle GIF e delle emoji con il nuovo aggiornamento. Offre un sistema di scrittura comodo con swipe ed una piattaforma integrata di traduzione che si accompagna ad un comodissimo sistema di trascrizione vocale.

Gboard - the Google Keyboard
Gboard - the Google Keyboard

 

Controllo delle autorizzazioni

Intervenire sulle autorizzazioni app Android è fondamentale. Le applicazioni accedono a tantissimi dati dietro nostro consenso. Spesso sorvoliamo su questo aspetto ma da Android Marshmallow in poi è possibile modificare i permessi in qualsiasi momento. Prendendo Google Chrome come esempio, basta andare in Impostazioni > App > Google Chrome e accedere alla voce di menu Autorizzazioni. Non è strano che Chrome richieda l’accesso alla fotocamera? Disattiviamo il consenso e manteniamo la privacy.

Leggi anche:  Xiaomi: il software della fotocamera di Mi Mix 3 arriva anche su Mi Mix 2S e Mi 8

 

Modalità ad una mano

I display degli smartphone hanno raggiunto dimensioni prossime a quelle di un tablet da 7 pollici di diagonale. Spesso è difficile raggiungere ogni punto dello schermo. Per questo potrebbe rendersi utile la modalità single hand che si attiva da Impostazioni > Funzioni Avanzate o tramite le shorcut previste con le varie distribuzioni Android personalizzate dagli sviluppatori.

 

Registrare lo schermo Android

Volete registrare una sessione di gioco o state pensando di realizzare una guida da postare su Youtube. Bene, non c’è bisogno di comprare una DSLR da migliaia di euro, possiamo usare il nostro telefono. Affidiamoci ad app come Mobizen Screen RecorderoADV Registratore Schermo.

 

Datally e Files Go: per avere più spazio di archiviazione

Dal 2017 Google ha concesso due utility che migliorano le prestazioni dello smartphone. Con Datally si riduce il consumo dei dati vietando alle app di accedere alla rete. Con Files Go, invece, si libera lo spazio in eccesso con un sistema che rileva i file duplicati e le app meno utilizzate. Oltre questo, Files Go consente lo share di file e contenuti direttamente, proprio come avviene con Air Drop su device Apple.

 

Copia e incolla Android

L’esperienza Windows del copy-paste si ripropone in chiave Android grazie all’uso di Clipboard. Si tiene premuta un’area dello schermo che mostra il testo e tutto il contenuto viene salvato in un’apposita area di memoria temporanea. Successivamente selezioniamo l’area in cui incollare il contenuto tenendo premuto nel punto desiderato ed il gioco è fatto.

 

IFTTT: l’essenza dei sistemi Android

IFFTè l’acronimo di “If this then that” e rappresenta il sistema migliore per realizzare degli automatismi con i nostri dispositivi. Non solo con gli smartphone ma anche con le varie apparecchiature di terze parti: Si pensi all’ecosistema Mi Home o alle lampade smart della serie Philips Hue da abbinare al nostro Google Home. Un semplice comando vocale può accendere le lampadine senza interruttore. Comodo, vero?

 

Conoscevi questi trucchi Android? Vuoi conoscerne altri? Consulta i 7 consigli per uno smartphone veloce.