UberUber ha deciso di utilizzare un sistema di rating tra autista e passeggero per istituire un divieto, se necessario, ai piloti che hanno un punteggio pari o inferiore a 4-stelle, secondo un recente rapporto della BBC. Al momento avverrà in Nuova Zelanda e Australia.

La mossa segue l’attuazione di una politica simile in Brasile, che è stata istituita all’inizio del 2018, ma ciò non significa necessariamente che si diffonderà. Uber afferma che ciascuna delle politiche di divieto si basa sulle politiche dei conducenti che traggono maggior beneficio dalle restrizioni ai piloti maleducati o inopportuni. Ha inoltre chiarito che i ban su un account rimarranno in vigore per un totale di sei mesi dall’attuazione. La politica è destinata ad entrare in vigore il 19 settembre e un portavoce ha anche affermato che molte migliaia di utenti potrebbero essere colpiti.

Uber prenderà provvedimenti anche definitivi per gli autisti che si comporteranno in maniera inopportuna

Sebbene la messa al bando possa sembrare una misura alquanto drastica, gli autisti devono ricevere numerosi voti a una stella dai conducenti prima che il loro punteggio scenda così in basso. Non è da sottovalutare. In generale, la società afferma che la maggior parte dei casi in cui ciò si verifica coinvolgono situazioni in cui si creano circostanze non sicure durante l’organizzazione di pick-up o a causa della scortesia con cui si pone il conducente. Tende anche ad accadere quando c’è poca pulizia. Mettere in atto una politica per bandire tutto ciò è considerato un modo per promuovere comportamenti rispettosi nei confronti dei clienti. Il che avrebbe l’effetto di rendere il servizio più sicuro e gli automobilisti più felici.

Leggi anche:  Google Pixel 3 XL dimenticato sul sedile posteriore di una macchina

Detto ciò, gli autisti che utilizzano il servizio e si comportano in modi che porteranno a valutazioni basse riceveranno diversi avvertimenti prima che il loro account venga bannato. Presumibilmente, coloro che mostrano miglioramenti dopo aver ricevuto un avvertimento non saranno bannati. Tuttavia, la società non ha chiarito quanti avvertimenti saranno ricevuti o in quali circostanze un divieto potrebbe essere contestato. Inoltre, non ci sono altre informazioni disponibili riguardo alle varie specifiche di questa novità. Quindi vi terremo aggiornati.