Netflix

La piattaforma di streaming Netflix nell’ultimo periodo stava avendo una crescita enorme, soprattutto dopo l’aumento del costo dell’abbonamento di Amazon Prime quando, molti utenti hanno deciso di cambiare piattaforma.

Stava purtroppo, perché nell’ultima settimana ha registrato un crollo in borsa non indifferente. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Netflix: grave crollo in borsa, come mai?

La piattaforma di streaming Netflix è sempre alla ricerca di nuovi contenuti da offrire ai propri utenti con abbonamento. A proposito di abbonamento, permette anche di condividere l’account con altri amici, facendo così calare di molto il prezzo dell’abbonamento mensile. Ultimamente abbiamo parlato delle moltissime novità che sono state aggiunte nel mese di settembre, ora di troviamo davanti ad una perdita abbastanza significativa.

La piattaforma mostra infatti una variazione negativa del 4.07%, tendenza più fiacca rispetto all’andamento del Nasdaq 100. Questo cedimento potrebbe dare spazio ad un’opportunità di vendita del titolo, da parte del mercato. L’andamento in generale è sempre in positivo, ma andando ad analizzare un breve periodo si nota qualche cedimento.

Leggi anche:  Netflix diventa gratis o quasi con la condivisione dell'abbonamento

Secondo gli analisti, è sicuramente anche “colpa” dell’aumento di concorrenza a limitare la crescita della piattaforma stessa, come YouTube, Disney, Amazon e molti altri. Per chi non ricordasse, Disney ha anche eliminato piano piano tutti i contenuti dalla piattaforma perché sta cercando di crearne una tutta sua. Probabilmente questo, e molti altri fattori hanno causato questa perdita. Speriamo ovviamente che possa risollevarsi presto.