Facebook

Nell’ultimo periodo il social network Facebook si trova nell’occhio del ciclone a causa di tutti gli eventi che lo hanno coinvolto. Primo tra tutti sicuramente lo scandalo Cambridge Analytica, e successivamente il crollo in borsa.

L’algoritmo del social network è cambiato, ma una bufala che circola sulla piattaforma vuole far credere che la libertà di ogni utente, in seguito a questo cambiamento, sia limitata. In realtà non è cosi, scopriamo la verità.

 

Facebook, attenzione alla bufala dei “25 amici”

Una bufala, simile ad una catena di Sant’Antonio sta circolando sulla piattaforma: ogni utente vede soltanto i post di 25 amici. Il post in questione circola da diverso tempo e, nonostante il testo sia stato leggermente modificato, il significato rimane sempre il medesimo. Moltissime persone stanno continuando a condividere il messaggio, invitando anche i propri amici a farlo.

Leggi anche:  Facebook: sono già 400 le applicazioni vietate sul social network

Nel testo si parla dell’algoritmo presente in Facebook, che non permetterebbe più agli utenti di vedere i post di tutti gli amici, ma solamente di 25 contatti. Il messaggio invita gli utenti a scrivere un messaggio sotto il post, per “sbloccare” gli altri contatti. Ovviamente si tratta di una bufala, l’ha spiegata anche bufale.net.

Si tratta di una catena che crea allarmismo tra gli utenti, il nuovo algoritmo della piattaforma è solamente una leggenda metropolitana all’interno del web. L’algoritmo della piattaforma è stato davvero modificato ma non riguarda alcuna limitazione degli utenti. Dona solamente più visibilità a quei post che riescono a creare molte interazioni ma è comunque l’utente a scegliere a chi dare la precedenza.