Samsung Galaxy S6 Edge+
Samsung Galaxy S6 Edge+ e Galaxy Note 5 sono arrivati al capolinea, almeno per quanto riguarda il supporto software. Samsung li avrebbe mandati definitivamente in pensione tagliandoli fuori dalla ricezione degli aggiornamenti di sicurezza Android mensili.

Le patch di agosto, dunque, saranno le ultime per i possessori di Galaxy S6 Edge+ e Galaxy Note 5, due smartphone lanciati ad agosto del 2015. Samsung ha lasciato passare tre anni prima di interrompere il rilascio di aggiornamenti software. La stessa cosa è accaduta questa primavera con Galaxy S6 e S6 Edge, presentati a marzo 2015.

 

Samsung Galaxy S6 Edge+ e Galaxy Note 5 dicono addio agli aggiornamenti

Il momento è sicuramente arrivato ma vi diciamo subito di non preoccuparvi più di tanto perché questo non significa necessariamente che non si riceveranno mai più altri aggiornamenti software. Da quando Galaxy S6 è stato abbandonato ha ricevuto ancora qualche patch di sicurezza.

Leggi anche:  Samsung Galaxy A3 2017, è in arrivo l'aggiornamento con le patch di ottobre

Questo perché si smetteranno di ottenere le correzioni mensili minori, come quelle sviluppate da Google per il mese di settembre 2018. Se dovesse emergere una vulnerabilità particolarmente importante nei prossimi mesi, Samsung rilascerà sicuramente la patch che risolve il problema.

Il produttore, dunque, continuerà a proteggere Galaxy S6 Edge+ e Galaxy Note 5 dalle minacce più gravi. Dopotutto, si tratta ancora di smartphone interessanti e che sanno regalano una buona esperienza di utilizzo. Le patch di settembre, invece, verranno rilasciate presto per questi smartphone Samsung:

  • Galaxy S9 e Galaxy S9+
  • Galaxy Note 9
  • Galaxy S8, Galaxy S8+ e Galaxy S8 Active
  • Galaxy Note 8
  • Galaxy S7, Galaxy S7 Edge e Galaxy S7 Active
  • Galaxy A5 (2016), Galaxy A5 (2017) e Galaxy A8 (2018)