Stando a quanto emerso nel corso delle scorse ore, la serie Samsung Galaxy S10 presenterà cornici asimmetriche, in grado di offrire un rapporto schermo-corpo sensibilmente più alto rispetto alle precedenti generazioni.

State tranquilli: non ci sarà il notch! Semplicemente, nella prossima line-up top gamma, la cornice superiore sarà leggermente più grande del ”mento” inferiore, sebbene il leaker abbia affermato che entrambe le sezioni saranno sensibilmente più piccole di quelle presenti su Galaxy Note 9. Il look frontale asimmetrico di Samsung Galaxy S10 ha un perchè: scopriamolo assieme.

 

Samsung Galaxy S10 avrà le cornici asimmetriche

Rispetto alle ammiraglie del 2018 di Samsung, la linea Galaxy S10 dovrebbe debuttare nei prossimi mesi con un lettore di impronte digitali sotto il display, e molto probabilmente disporre di un sistema di riconoscimento facciale 3D. Finora, questa tecnologia è stata implementata inserendo un notch – vedi Apple X di Apple e Mi 8 – con l’eccezione di OPPO Find X, il quale è dotato di fotocamere a scomparsa.

Leggi anche:  Samsung ha deciso: il notebook pieghevole si farà

In tal senso, qualora Samsung riuscisse effettivamente a proporre tale sistema di autenticazione evitando di inserire il notch, ma dotando comunque il device di un rapporto schermo a corpo elevatissimo, compierebbe un’autentica rivoluzione nel settore.

Si dice che Samsung abbia già finalizzata la sua fotocamera 3D, in collaborazione con Mantis Vision. Il produttore della Corea del Sud dovrebbe annunciare la linea Galaxy S10 verso la fine del primo trimestre del 2019, probabilmente in occasione della fiera annuale che si terrà a Barcellona, ​​in Spagna: il Mobile World Congress.

La lineup conterà su tre distinti modelli, ma non supporterà la tecnologia 5G. Molto probabilmente, Samsung opterà per l’implementazione del suo primo chip 7nm, il quale dovrebbe offrire capacità di elaborazione e efficienza energetica senza precedenti.