Mediaset PremiumMediaset Premium riparte dal 2017 annullando quanto di negativo visto nei 7 mesi precedenti, in termini di acquisizioni di diritti televisivi. Grazie a Perform con DAZN, infatti, l’accesso alle partite di Serie A e di Serie B è totalmente garantito, con alcuni limiti tecnici, ma senza richiedere sforzi economici ai propri clienti.

Per un lungo periodo su internet sono apparsi una lunga serie di articoli che dipingevano Mediaset Premium come un’azienda ormai in parabola discendente e con le ore a dir poco contate. Il tutto è nato dalla mancata acquisizione delle principali competizioni sportive italiane ed europee, concesse a Sky e DAZN; una situazione incomprensibile per l’utente medio, data la grande necessità di calcio sport quasi tutti i giorni.

Quanto scritto, in ogni caso, si è rivelato essere totalmente falso non veritiero. Anzi, con un’abile mossa di marketing, l’azienda italiana è riuscita ad ottenere buoni contenuti da rendere disponibili ai propri clienti, senza richiedere il versamento di un canone accessorio a quanto pagato con il normale abbonamento Mediaset Premium.

Leggi anche:  Mediaset Premium: con 14,90 euro avrete tutto e anche la Serie A Gratis di DAZN

 

Mediaset Premium: utenti possono nuovamente accedere a Serie A e Serie B

Grazie a DAZN, quindi, il consumatore ha la possibilità di creare un profilo sulla piattaforma online per accedere alla visione di Serie A (3 partite a settimana in determinati orari) e Serie B (intera programmazione, senza alcuna limitazione).

Gli incontri, tuttavia, non verranno trasmessi direttamente sui canali di Premium Calcio o Premium Sport, ma sarà sempre necessario collegarsi (tramite una connessione dati attiva) a DAZN. Tutto questo, come specificato poco sopra, è incluso gratuitamente nel normale abbonamento a Mediaset Premium.