Unicredit

Unicredit è tornata ad essere al centro delle truffe dei tanto odiati cybercriminali, che ogni giorno prendono di mira diversi correntisti degli istituti bancari italiani. Nonostante più volte i loro trucchi siano stati smascherati ed i livelli di sicurezza aumentati, qualche povera vittima casca in questi sotterfugi, ma attenzione: i soldi rimangono al sicuro.

Salvo eventuali casi in cui la vittima finisce col cedere a tali criminali anche una OTP, le truffe ormai risultano essere acqua passata, ma spaventano sempre e comunque i correntisti. Eh già, la paura di non saper riconoscere una email phishing da una legittima qualche volta induce i soggetti a cliccare eventuali link truffaldini. 

Unicredit, a tal proposito, ha stipulato una vera e propria guida che istruisce i propri correntisti contro questo tipo di frode online. Cliccando questo link, infatti, si accede ad un tutorial molto semplice e intuitivo, dotato di immagini esempio e di veri e propri consigli.

Leggi anche:  Poste Italiane: la Polizia Postale segnala SMS di truffa anche su Postepay

Sebbene questi suggerimenti siano di grande aiuto, la vera arma di Unicredit sono i token.

I servizi di sicurezza che salvano i correntisti

Unicredit dispone di tre servizi di sicurezza: il più rinomato e diffuso è il mobile token, ma ne esistono anche altri due che sono:

  • UniCredit Pass: piccolo dispositivo che genera la password
  • la Password Card: una tesserina plastificata con 40 codici prestampati

Parlando del più diffuso, il  Mobile Token è uno strumento che consente, nella massima sicurezza, di generare password dispositive. Attraverso il ‘mobile token’ le password generate possono essere utilizzate anche in banca via Internet (al posto del codice dell’UniCredit Pass o della Password Card).  Per attivare questa modalità di sicurezza è suffciente recarsi “In Banca via Internet, nella SEZIONI CONTI la voce “MOBILE BANKING“”