Wind

Con questo weekend si consuma definitivamente la fine dell’estate. Il termine della stagione coincide anche con il ritorno in città di milioni di vacanzieri. Il rientro dall’esodo di agosto 2018 sarà particolarmente scocciante per i clienti Wind. Alcuni lo sanno, altri si sono lasciati sfuggire la notizia: da settembre sono previsti nuovi aumenti di prezzo. Già a luglio sono stati ufficializzati i nuovi costi autunnali per la telefonia fissa. Per gli abbonati c’è in vista una vera e propria stangata.

 

Wind, ecco i rincari e le tariffe dell’autunno

Dovrebbero essere confermate le indiscrezioni: l’aumento sarà di 2,50 euro in più rispetto ai costi di listino. Se andiamo a calcolare la fatturazione bimestrale che utilizza l’operatore, il rincaro è di 5 euro ogni 60 giorni.

Leggi anche:  5G: i clienti si lamentano di Tim, Wind, Tre e Vodafone poiché dannoso per la salute

Gli interessati di questo provvedimento saranno gli abbonati di rete fissa con piani attivi per la fibra ottica e l’ADSL. Chi sarà costretto a pagare qualcosa in più è stato già avvisato con l’arrivo delle passate bollette. Come da comunicazioni ufficiali, il provider ci tiene a specificare che le variazioni unilaterali serviranno a tenere alta la qualità del servizio e a fronteggiare le differenti condizioni del mercato.

A disposizione dei clienti ci sarà il diritto di recesso. Sarà possibile rescindere il proprio contratto entro trenta giorni senza incorrere in costi extra.