DAZN non molla, risolve i problemi e lancia ancora i suoi prezzi con Serie A a 7 euro

DAZN è al centro del discorso per tutti gli appassionati di calcio. La piattaforma di proprietà Performa è già entrata nella storia rompendo il duopolio delle pay tv per il mondo del pallone: per la prima volta in estate un match di Serie A è stato presentato al grande pubblico attraverso una rete internet.

 

DAZN, i consigli per vedere le partite senza problemi

Nonostante la tanta pubblicità, l’esordio del servizio in Italia non è stato dei migliori e gli utenti non hanno nascosto il loro disappunto. I disagi non mancati.

In prima battuta la qualità delle immagini ha lasciato a desiderare tra HD latitante e bassa definizione. In seconda analisi c’è il tema sulla qualità dello streaming: gli appassionati si sono imbufaliti nel notare differenze di trasmissione tra un device e l’altro.

Leggi anche:  DAZN: un metodo che non fa calare la qualità e che non porta blocchi ed interruzioni

Certamente dobbiamo prendere queste note negative come difetti di gioventù. Già dallo scorso weekend, i ritardi di connessione tra diverse tipologie di dispositivi sono diminuiti. Per il terzo matchday, ecco alcune direttive da seguire.

DAZN esorta tutti i suoi abbonati a preferire schermi grandi come computer e smart tv. Allo stesso tempo la piattaforma sconsiglia operazioni in download o upload durante lo streaming.

Per avere la certezza del Super HD, la soluzione è una connessione in Fibra con velocità maggiori di 20 Mbps. Le prestazioni classiche dell’ADSL sino ad ora non garantiscono una visione top delle partite.