xiaomi pocophone f1 teardown

Il nuovo smartphone di Xiaomi, rilasciato tramite il nuovo sub-brand Poco, l’F1 è un dispositivo sorprendente. Già la compagnia vedeva nell’economicità dei loro prodotti come il punto fondamentale su cui basarsi, ma a questo giro ha voluto proprio esagerare in questo senso. È un’ammiraglia premium a tutti gli effetti che sfida tutte le altre e vincendo a mani bassa sul prezzo.

C’è da dire che sono necessari ancora tutti i test del caso per capire a fondo se è all’altezza; per ora dobbiamo accontentarci di un teardown. Un video in questione è comparso online e purtroppo non è dettagliato come i lavori di iFixit o JerryRigEverything, ma per ora è abbastanza per farci capire qualcosa.

 

Xiaomi Pocophone F1

Il tutto inizia con una piacevole sorpresa che risulta tanto semplice quanto rivoluzionaria; lo so che è un termine esagerato, ma visto gli standard di adesso ci può stare. Il pannello posteriore si apre dopo aver svitato una piccola vite T3 mentre di solito c’è bisogno di un lavoro minuzioso fatto di calore; serve per scollare l’adesivo appiccicoso che tiene insieme le due parti.

Leggi anche:  Smartphone: la luce blu non sarà più pericolosa grazie ad una nuova tecnologia

All’interno tutto continua ad essere tenuto insieme da piccole viti e connettori di plastica che rendono semplice uno smontaggio casalingo. Questo renderà meno costoso riparare il dispositivo, ma soprattutto semplice; il fatto che si possa a fare comodamente a casa non vuole dire che vada fatto. Anche la batteria risulta facilmente rimovibile tramite una linguetta rendendo, ancora una volta, facile sostituirla.

Come detto, questo teardown possiamo vederlo come una semplice infarinatura generale, ma già ci dimostra che oltre ad essere uno smartphone premium economico, sarà anche poco dispendioso mantenerlo in vita o riparlarlo.