batteria

Avere un telefono scarico a metà giornata non è la situazione ideale di nessun utente, soprattutto se quest’ultimo è uno studente o un lavoratore che deve stare svariate ore fuori casa ed ancora non è andato a comprarsi quella power bank che mannaggia!

Si aggiunge poi l’usura del telefono, la batteria che non è mai stata eccezionale o quell’applicazione che succhia un sacco di %, ma nonostante tutto non si riesce a chiudere perché si deve superare il livello o chi solo sa cosa.

Sebbene i miracoli non siano ancora acquistabili in pacchetti al supermercato e la benedizione non sia all’ordine del giorno, esistono dei sotterfugi molto semplici che possono aumentare la durata della batteria o comunque aiutarla a non scendere in picchiata come una montagna russa dopo la sua salita più lunga.

5 consigli utili per rimediare ad una batteria fatiscente

  1. Disattivare tutto ciò che non è necessario: connessione bluetooth, connessione dati se siete agganciati ad una Wi-Fi o viceversa e l’NFC;
  2. Disabilitare le vibrazioni al tocco, sembra assurdo ma anche quelle succhiano un sacco di batteria. Per farlo occorre andare in Impostazioni > Lingua e Inserimento > Tastiera e trovare l’impostazione che solitamente è denominata “Suoni di digitazione”;
  3. Imparare ad usare il tasto di stand-by: avere il telefono con lo schermo sempre attivo scarica la batteria molto velocemente, per questo è giusto saper metterlo in stand-by o, in alternativa, utilizzare un grado di illuminazione molto basso e non al massimo;
  4. Andare in Impostazioni > Batteria e vedere quali sono le applicazioni che consumano di più: nel caso in cui una di quelle in prima posizione non sia di necessità vitale, procedere all’eliminazione;
  5. Aggiornare tutte le restanti applicazioni alla loro versione più recente per risolvere eventuali bug che possono causare malfunzionamenti.